La Regione Emilia-Romagna intende favorire la rivitalizzazione delle aree colpite dal Sisma del 2012 e il loro rilancio economico e produttivo con uno stanziamento di oltre 55 milioni di euro.

Di questi 40 milioni di euro andranno a finanziare il rientro e/o il riavvio delle attività economiche già esistenti al momento del sisma, oppure interventi di riconversione, qualificazione, ampliamento, realizzati da imprese insediate anche successivamente al sisma al fine di aumentare il grado di attrattività dell’area.

Altri 15 milioni di euro serviranno invece a sostenere la qualificazione e l’ammodernamento di laboratori di ricerca e sviluppo all’interno delle Pmi.

Una quota di fondi sarà inoltre utilizzata per lo scorrimento della graduatoria del bando turismo, commercio e cultura.