Tempo di lettura: 1 minuto

Milano – Il loro obiettivo era di arrivare ad aiutare 150 famiglie nel giro di un anno. Hanno centrato l’obiettivo in 24 ore. A Solidando, minimarket solidale che è stato inaugurato in questi giorni nel centro di Milano, c’è già una lista d’attesa di una cinquantina di famiglie.

Appena la notizia della sua apertura è finita su giornali, Tv e sui social network, sono arrivate decine di telefonate di chi chiedeva informazioni, mentre altre si sono presentate direttamente.

“Stiamo ora cercando di capire come aiutare tutte queste persone”, spiega Agostino Frigerio, direttore dell’Istituto Beata Vergine Addolorata (Ibva) che ha avviato questa iniziativa per aiutare famiglie che hanno gravi problemi economici, tanto da non riuscire a fare una spesa completa.

“Questo ‘successo’ di Solidando è il segno del grande bisogno che c’è -aggiunge-. Si sono presentate persone con situazioni difficilissime”.

Solidando si trova in via Calatafimi, 10. Ricalca lo stile di un minimarket, con gli scaffali pieni di merce e le casse. Le famiglie con problemi di reddito, dopo un colloquio in cui vengono verificate le loro condizioni di povertà o su segnalazione delle parrocchie, ottengono una tessera a punti, che vengono scalati ad ogni spesa effettuata.

Ogni tessera ha un monte punti caricato mensilmente in base alla composizione del nucleo familiare e dura quattro mesi. Scaduto tale termine, c’è una nuova verifica delle condizioni economiche della famiglia.

Contemporaneamente, lo staff di Ibva cerca anche di risolvere i problemi (di lavoro, casa o formazione) che stanno alla base della povertà economica di queste famiglie.

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *