Tempo di lettura: 2 minuti

Proseguono senza sosta i riconoscimenti internazionali per il regista italiano Paolo Sorrentino. Si è svolta sabato 12 dicembre alla Haus der Berliner Festpiele di Berlino la cerimonia di premiazione della 28ª edizione degli EFA – European Film Awards, ed il nostro ha praticamente fatto saltare il banco portandosi a casa i due premi più importanti, miglior Film e miglior Regia, con l’ultimo suo capolavoro “Youth – La giovinezza”. Trionfo completato dal premio al miglior attore protagonista andato al grande Michael Caine, il quale ha ricevuto anche il premio alla carriera.

A due anni esatti, Sorrentino si aggiudica gli stessi premi che aveva vinto con la “Grande Bellezza”, viatico che lo portò in seguito alla conquista del Golden Globe e soprattutto dell’Oscar come miglior film straniero. Speriamo che anche stavolta il trionfo agli EFA sia di buon auspicio e serva per rilanciare la sua opera verso una possibile candidatura ai prossimi Oscar (lo si saprà solo il 14 gennaio).

La messe di premi nazionali e internazionali che ha vinto e che continua vincere, ricordiamo oltre ai due già citati anche il “Il divo”e “This must be the place”, mi fa pensare che presto verrà affiancato ai grandi maestri del cinema italiano, da Federico Fellini a Vittorio De Sica, da Roberto Rosellini a Michelangelo Antonioni, da Luchino Visconti a Bernardo Bertolucci, se già non lo è.
Io comunque glie lo auguro, se lo merita.

E gli altri italiani in lizza? A mani vuote sono rimasti Nanni Moretti, che con “Mia madre” concorreva come miglior regia, e Margherita Buy come miglior protagonista per lo stesso film.
Il premio Eurimages è andato ad Andrea Occhipinti per la miglior coproduzione europea.

Tutti i vincitori degli EFA 2015

  • Film – “Youth – La giovinezza”, di Paolo Sorrentino;
  • Commedia – “A Pigeon sat on a branch reflecting on existence”, di Roy Andersson;
  • Documentario – “Amy”, di Asif Kapadia;
  • Animazione – “Song of the Sea”, di Tomm Moore;
  • Corto – “Picnic”, di Jure Pavlovic;
  • Regia – Paolo Sorrentino per “Youth – La giovinezza;”
  • Attore – Michael Caine per “Youth – La giovinezza”;
  • Attrice – Charlotte Rampling per “45 Years”;
  • Sceneggiatura – Yorgos Lanthimos e Rfthimis Filippou per “The Lobster”;
  • Montaggio – Jacek Drosio per “Body”;
  • Produzione – Sylvie Olivè per “The brand new testament”;
  • Costumi – Sarah Blenkinsop per “The Lobster”;
  • Canzone – “Cat’s Eyes” per The Duke of Burgundy;
  • Suono – Vasco Pimentel e Miguel Martins per “Arabian Nights”;
  • Premio alla carriera – Michael Caine;
  • Coproduzione europea – Andrea Occhipinti
  • Premio del pubblico – “Marshland” di Alberto Rodriguez.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *