Tempo di lettura: 2 minuti

Vaprio d’Adda (Milano) – Che tipo di partner sei: narciso, equilibrista o guardiano dell’amore? Ad Amore e Libertà si ispira la nuova edizione di Sposidea, la storica fiera dedicata al mondo del weeding, da 23 anni punto di riferimento del settore, che svela in anteprima le nuove tendenze.

Per quattro giorni i visitatori potranno immaginare e disegnare il loro giorno più bello. Dall’ abito ai fiori, dal fotografo al weeding planner fino al life coach: tutto sarà a disposizione delle coppie che stanno organizzando il proprio matrimonio. Non mancherà proprio nulla a Sposidea: dalle ultime novità alle proposte tradizionali o innovative, ogni coppia potrà soddisfare le proprie ricerche.

Stilisti, graphic designers, pasticceri, maestri floreali, wedding planner, esperti di catering, life coach, giornalisti e psicologi si presenteranno ai futuri sposi che potranno così organizzare ogni aspetto del proprio matrimonio e progettare al meglio il loro giorno più bello con estro e professionalità.

Tra gli espositori, nuove proposte e vecchie conferme tra le quali spiccano le partnership con la rivista White Sposa e il Calzificio Franzoni che omaggerà le visitatrici con la Calza Autoreggente Party 8.

New entry, invece, è Barbara Montagnoli Atelier, il cui motto è «La libertà è di moda e la moda è libertà». Ogni sposa potrà trovare l’abito che cerca. Presente per la prima volta anche Chiara Giribuola, wedding planner di Dolores Tommasi Atelier che a Sposidea presenterà tre linee di abiti, tutti realizzati con stoffe italiane: la linea gioiello, preziosa ed elegante, la linea romantica, con trasparenze, pizzi ed effetti tattoo e la linea sbarazzina, per spose lontane da ogni rigore.

A Sposidea 2016 c’è anche chi ritorna dopo qualche anno di assenza come la weeding planner Monica Oliviero di White Rose, e l’ Atelier di Barbara Montagnoli con proposte ampie ed eclettiche che vanno da uno smoking bianco con pantalone o un abito gipsy con pizzi.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *