Tempo di lettura: 1 minuto

La Regione Emilia–Romagna ha impegnato 6 milioni di euro per l’avvio e il consolidamento di start up tecnologiche e digitali (ovvero dell’industria creativa, del wellness e dell’innovazione sociale e dei servizi ad alta intensità di conoscenza).

Potranno partecipare al bando le piccole e micro imprese regolarmente costituite come società di capitali (incluse Srl, uninominali, consorzi, società consortili, cooperative).

  • Per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2013.
  • Per i progetti di espansione di start up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 1° marzo 2011.

Le spese ammissibili variano in base alla tipologia di impresa ma possiamo citare:

  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi;
  • consulenze esterne specialistiche.

L’agevolazione prevista consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa ritenuta ammissibile.

La presentazione della domanda di contributo potrà avvenire a partire dal 15 marzo e fino al 30 settembre 2016.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *