Tempo di lettura: < 1 minuto

Sono 7.567 le domande finora ammesse all’incentivo previsto dal Decreto Rilancio per sostenere gli investimenti in Start up e pmi innovative. Le agevolazioni concesse hanno raggiunto la cifra di 46 milioni di euro.

La misura prevede la concessione di un credito d’imposta del 50% in favore delle persone fisiche che investono nel capitale di startup innovative (con un massimo di 100 mila euro) o PMI innovative (per un importo massimo di 300 mila euro).

L’investimento, che può essere effettuato direttamente o anche indirettamente attraverso fondi comuni (Oicr), e deve essere mantenuto per almeno 3 anni.

Ai fini della fruizione dell’incentivo e prima dell’effettuazione dell’investimento, il legale rappresentante della startup innovativa o della PMI innovativa è tenuto a presentare istanza sulla piattaforma informatica.

Le imprese che hanno presentato le richieste sono complessivamente 1.164 e sono prevalentemente presenti nelle regioni Lombardia, Piemonte e Lazio.