Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Si scrive settembre, si legge “si riprende”! Ci siamo lasciati alle spalle un’estate fortunatamente un po’ più libera della precedente e ora, più o meno ritemprati dalle ferie appena trascorse ci apprestiamo a riprendere i normali ritmi, chi di lavoro chi di studio.

Forse questo non ci suona proprio esaltante, però ammettiamolo: siamo anche un po’ curiosi di sbirciare le novità che la nuova stagione ci offre. Ecco, appunto: con questa newsletter vogliamo presentarvi i 5 incontri-laboratori che avranno luogo nel mese di settembre in AviscoLab presso MO.CA Centro per le nuove culture, via Moretto 78 a Brescia.

AVISCO è una associazione per la ricerca, la sperimentazione e l’aggiornamento sugli audiovisivi in ambito scolastico e socio-educativo, nasce nel 1986 a Brescia per volontà di un gruppo di insegnanti e dirigenti scolastici convinti che a scuola fosse importante imparare a leggere e a scrivere anche i linguaggi audiovisivi. Dal 2017 Avisco ha sede al MO.CA – Centro per le nuove culture.

Il primo workshop si terrà mercoledì primo settembre (h 16:30-18:30) e gli altri seguiranno con cadenza settimanale fino alla fine del mese. In queste due ore sarà possibile sperimentare, guidati da un operatore Avisco, l’animazione di carta o altri materiali con la tecnica dello stop motion (animazione 2D a passo uno) e provare l’indescrivibile emozione di vederli prender vita sullo schermo!

I primi tre incontri (1, 8 e 15 settembre) sono riservati a bambini e ragazzi tra gli 8 e i 12 anni; i successivi due (22 e 29 settembre) a un pubblico leggermente più adulto, dai 12 anni in poi. Per ovvie ragioni di sicurezza sanitaria è previsto un massimo di 6 partecipanti per ciascun workshop.

La partecipazione ai workshop è gratuita ma soggetta a prenotazione. Ci si prenota inviando una mail a [email protected]. È possibile iscriversi a uno o più incontri. Però affrettatevi, i posti sono pochi!

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.