Tempo di lettura: 2 minuti

Bergamo. Brescia con la città di Bergamo saranno capitali della cultura italiana nel 2003, già gli eventi ne confermano la meritata assegnazione. Dopo il grande successo della prima edizione torna la seconda edizione di Storie ad Acquerello – Artefestival Bergamo Sabato 24 e domenica 25 settembre allo SpazioCam che vede protagonista l’acquerello espresso attraverso l’illustrazione. Il primo festival italiano dedicato a chi desidera immergersi nell’universo spesso poco conosciuto della nobile tecnica pittorica dell’acquerello.

Luminosa, immateriale, fluida, leggera: l’acquerello è tecnica nobile e ancora poco conosciuta, perfetta per le avanguardie, capace di liberare il gesto per sviluppare le infinite possibilità del colore, ideale complemento visivo di libri e racconti. “L’acquerello emana luce e permette di sperimentare: è uno strumento di narrazione nelle mani dell’artista, che rende possibile il racconto di storie attraverso l’uso di due elementi, l’acqua e il colore. È un gesto semplice ma capace di produrre immagini potenti, in grado di catturare fantasia e reale, astrazione e concretezza. Non è un caso se la prima opera astratta è un acquerello di Kandinskij. E non è un caso se, dipingendo con i colori ad acqua, Rothko vede per la prima volta sciogliersi le sue figure in campi di colore. La leggerezza del tratto, le sfumature di colore e le trasparenze si trasformano in emozione per chi osserva. Le illustrazioni diventano porte su mondi meravigliosi”. Ne è convinta Laura Cortinovis, ideatrice e curatrice del festival, illustratrice bergamasca, freelance e autrice di libri per bambini molto nota in ambito social.

Un Festival esteso dunque, dal profondo valore simbolico oltre che pratico, che offrirà anche nel quest’anno suggestioni e punti di osservazione inediti su una disciplina artistica profondamente radicata nell’immaginario visivo.

Sabato 24 e domenica 25 settembre si entra nel vivo della manifestazione, articolata in due giornate ricche di appuntamenti e un fitto programma di mostre, incontri, workshop e dimostrazioni. Novità dell’edizione 2022 la giornata dedicata agli incontri con le scuole prevista venerdì 24 settembre e il firmacopie con gli autori (sabato 24 e domenica 25 settembre).

In mostra, le opere di Giovanni Manna e di Sonia Maria Luce Possentini, vincitori negli anni passati del premio Andersen, il più prestigioso riconoscimento italiano attribuito ai migliori libri per ragazzi dell’annata editoriale, ai loro autori, illustratori ed editori. Ma non solo: in esposizione anche un’installazione speciale a cura di Laura Cortinovis e Barbara Ventura che realizzeranno un’opera su carta e acquerello, Michela Taeggi che si occuperà della narrazione fotografica e di Michele Agazzi, che si occuperà della sound experience. Presso SpazioCam sarà allestita anche una mostra collettiva con un’opera per ogni artista presente al Festival.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome