Tempo di lettura: 2 minuti

Crema (Cremona) – Quarto appuntamento invernale della rassegna Storici
dell’arte in Palazzo Vescovile organizzata dalla Libreria Cremasca in collaborazione con la Diocesi di Crema. Ospiti saranno Paola Venturelli e Giorgio Milanesi che presenteranno gli atti dell’Incontro internazionale di studiosi delle tavolette da soffitto e dei soffitti dipinti medievali, tenutosi a Viadana il 21 e 22 ottobre 2017.

Il volume dall’evocativo titolo Storie di animali e di iconografie lontane è stato curato da Monique Bourin, Mario Marubbi e Giorgio Milanesi e pubblicato all’interno della collana dei Quaderni della Società Storica Viadanese.

Giorgio Milanesi (già intervenuto durante la conferenza dello scorso 12 gennaio) è storico
dell’arte, ricercatore presso l’Università degli Studi di Parma e direttore di “Vitelliana”, il bollettino della Società Storica Viadanese di cui è vicepresidente.

Paola Venturelli è storica dell’arte e ricercatrice specialmente nel settore delle arti decorative. Ha al suo attivo numerose e importanti pubblicazioni nel campo della pittura, dei tessuti e dell’oreficeria. Ha dedicato tanti anni allo studio delle botteghe artistiche cremasche fra Quattro e Cinquecento, soprattutto in relazione alla produzione delle tavolette da soffitto.

Storie di animali e di iconografie lontane si presenta come uno studio puntuale sulle
tavolette da soffitto e sui soffitti dipinti medievali in diverse località in Italia e in Europa.

A cura di Giorgio Milanesi, Mario Marubbi (conservatore presso il Museo Ala Ponzone di Cremona) a Monique Bourin, ex docente alla Sorbona di Parigi e presidente della Association internationale de Recherche sur les Charpentes et Plafonds Peints Médiévaux (RCPPM) di Capestang in Francia, accoglie importanti interventi di studiosi del settore come Pierre-Olivier Dittmar, Georges Puchal, Licia Buttà, Gianluca Poldi, Roberta Aglio e Paola Venturelli.

Il saggio di Venturelli getta uno sguardo complessivo sul panorama artistico di Crema a cavallo del XV e del XVI secolo, enucleando i temi iconografici maggiori, elencando le botteghe attive nella produzione delle tavolette e citando i cicli più importanti.
Viene inoltre definito un primo importante collegamento fra Crema e Mantova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *