Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Streghe e demoni, inquietanti misteri o semplici storie, hanno riempito le sere nelle stalle fra l’alito delle vacche, gli occhi sgranati e le bocche aperte dei figli dei braccianti che ascoltavano il cantastorie fra le braccia delle madri che filavano il lino nelle sere d’inverno.

Streghe e demoni è il titolo scelto dalla Società Filodrammatica Cremonese per aprire la stagione 2019-20 delle sue attività culturali, con un concerto del violinista di fama internazionale: il maestro Luca Fanfoni che farà vibrare le corde del suo violino, costruito dal liutaio Goffredo Cappa nel 1690.

“Of Witches and Devils, Streghe e Demoni” le melodie per violino, violoncello e pianoforte che ammalieranno mercoledì 25 settembre i convenuti al teatro Filodrammatici alle ore 18. Il maestro Luca Fanfoni sarà accompagnato da Daniele Fanfoni al violino, Massimiliano Fanfoni al Violoncello e Angelo Aliberti al pianoforte. Il concerto, programmato anche grazie al contributo di Cassa Padana, è a ingresso libero.

Nato a Parma, Luca Fanfoni ha studiato al Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Milano ove si è diplomato con il massimo dei voti sotto la guida di Gigino Maestri.
Giovanissimo vince il primo premio al Concorso Internazionale di Stresa,il primo premio al Concorso Nazionale di Pescara e il primo premio alla Rassegna Nazionale Violinistica di Vittorio Veneto. La sua carriera sarà costellata da innumerevoli riconoscimenti a livello internazionale.

Si è esibito in prestigiose sale da concerto in tutto il mondo, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica, così da poter essere oggi considerato uno fra i violinisti italiani di maggior spicco. E’ oggi docente della cattedra di violino al Conservatorio di Musica Arrigo Boito di Parma.

Il programma:

Niccolò Paganini, Tre Ritornelli per due violini e violoncello

Giuseppe Tartini, Sonata in sol min. “Il Trillo del Diavolo”

Niccolò Paganini, “Nel cor piu’ non mi sento” Tema e variazioni per violino solo

Niccolò Paganini, dal IV° Concerto per violino e orchestra Adagio flebile

Niccolò Paganini, “Le Streghe” Tema e variazioni

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *