Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. E’ un museo diffuso all’aria aperta, a due passi dalla città, il monte Maddalena, cuore del Parco delle Colline, dove si possono ammirare diversi siti di notevole importanza culturale cittadina.

Domenica 3 settembre l’associazione Ualuba organizza un trekking alla scoperta del monte Maddalena sud, una camminata di 5/7 ore aperta a tutti con partenza e arrivo da piazza Arnaldo, centro storico della città.

Il percorso inizia con il ritrovo e partenza da piazza Arnaldo, per poi salire da via Oriani testimonianza di ville in stile Liberty, e “moderniste”, seguendo poi il sentiero n° 6 con tappa culturale alla Tomba del cane, sito di grande interesse cittadino.
Da qui, breve tratto sulla panoramica, riprendendo il sentiero 6 fino ai Medaglioni piccolo e grazioso borgo che sembra fuori dal tempo, con uscita nel 3Valli sempre sulla panoramica passando sotto alla parrocchia di S.Gottardo, con vista su un ronco piantato ad ulivi verso il sud della città.

Qui il sentiero n° 7 raggiunge facilmente la cascina Margherita, caratterizzato da un passo semplice e piacevole, con percorso vita ben tenuto. La cascina Margherita è una testimonianza della vita contadina di Brescia; recentemente recuperata quasi totalmente; presenta un ampio terrazzamento-malga visibile dalla città e un uno degli ultimi roncoli perfettamente tenuto.

Tralasciando per ora la sua bellezza, si imboccherà il sentiero n° 5, costeggiando una fantastica discesa di Downhill, senza alberi, dove si può assistere alla pratica di questo sport e sulla sinistra more selvatiche commestibili per raggiungere la Pozza Bresciana, con castagni centenari da lasciare a bocca aperta.

Da qui sempre salendo raggiungeremo il vecchio rifugio Maddalena, ora abbandonato, attraversando gli ultimi 100 metri in una cornice di pini centenari fantastici. Superando il rifugio si arriva facilmente ad una bella vista su Botticino e Lago di Garda, visibile in numerose giornate durante l’anno.

Dopo una sosta per pranzo, la discesa parte dal vicino parcheggio della Maddalena prendendo il 6-3V fiancheggiando la cascina Borno, stupendo ecosistema di fauna e flora per arrivare alla Pozza delle Colme; poi, per un breve tratto ripercorreremo il sentiero 7 che riporta alla cascina Margherita da dove si riprenderà il 5 che scende. Il tratto di sentiero 5 dalla cascina Margherita fino al S.Gottardo è caratterizzato da un ambiente selvaggio, alberi centenari, sottobosco fitto e lapresenza del Garzetta, piccolo torrente che taglia il monte.

Una volta al S. Gottardo, imboccando la via che sale alla chiesa prendere il n° 7 che entra nella valle Bottesa-Costalunga, costeggiando il piccolo monte Santa Croce, uscendo alla trattoria Briscola. Qui via Paolo Olini si collega alla panoramica, nel breve tragitto si ammira la vista mozzafiato su Brescia, con focus il Castello e vigneto Pusterla unico al mondo nel suo genere. Per gli amanti dei fichi, si possono raccogliere da piante incustodite lungo la strada.

Dopo un breve tratto sulla panoramica è il n° 6 la strada del ritorno, con un orto terrazzato di una bellezza incredibile, privato ma accessibile, per raggiungere di nuovo la Tomba del cane.

In via Primavera una dolce discesa passa fra ville notevoli, ai piedi della piccola e affascinante Val Sorda, passando dalla Villa dove dimorò Garibaldi nella sua permanenza a Brescia, arrivando ai giardini Rebuffone in viale Venezia, tenuti egregiamente e molto amati dalla popolazione locale.

Il finale imboccando via Ippolito Nievo, una delle vie più belle di Brescia, per arrivare in Piazza Arnaldo, saluti e aperitivo.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *