E’ stata pubblicata la circolare n. 4/E dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero dello Sviluppo Economico che fornisce i primi chiarimenti sulle misure fiscali del super e iper ammortamento introdotte con il nuovo Piano Industria 4.0.

Il documento riporta in 110 pagine indicazioni dettagliate per le modalità di fruizione dell’agevolazione nonché simulazioni di investimento e delle relative modalità di calcolo, anche con riguardo a casi particolari.

Per quanto riguarda i beneficiari degli incentivi viene precisato che rientrano fra i potenziali fruitori anche le reti di impresa (sia le reti soggetto che contratto). I professionisti possono invece accedere esclusivamente ai benefici del superammortamento.

In merito all’ambito temporale di applicazione, la circolare ribadisce che sono ammessi alla maggiorazione del 40 e del 150 per cento del costo di acquisizione i beni consegnati o spediti entro il 31 dicembre 2017, ovvero al 30 giugno 2018 a condizione che entro il 31/12/2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

Per fruire dell’iperammortamento ricordiamo che il bene deve essere interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. A prescindere dall’anno di interconnessione è comunque garantita la fruizione della maggiorazione completa dell’incentivo.

Infine la terza parte della circolare contiene le linee guida tecniche del Ministero per ciascuna tipologia di macchina, con i dettagli dei requisiti tecnici da rispettare per la fruizione.