Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Nella mia ultima segnalazione sui social, dopo il forte vento del pomeriggio di sabato 11 luglio, avevo ritenuta positiva la notizia, riguardante il taglio delle piante a lato di quella, chiamata comunemente strada alta, per Pieve Terzagni.

Non conoscendo la cosa in modo approfondito, esprimevo l’ipotesi che si facesse un lavoro di potatura delle stesse. Le cose sono andate diversamente e, in merito, ho ritenuto, di fronte alle proteste, pervenute telefonicamente al sottoscritto, di approfondire la cosa, facendo il punto direttamente con il Sindaco Cominetti che ringrazio per la disponibilità, sempre nell’intento di fare informazione.

Va premesso – precisa il primo cittadino di Pescarolo – che il lavoro si è concretizzato dopo il benestare del Consiglio Comunale, degli uffici dell’Assessorato Regionale all’ambiente, con l’adozione di una determina in fase di Pubblicazione in questi giorni. Il Consiglio comunale è stato coinvolto in occasione dell’esame del bilancio e dei lavori in programma”.

Tra questi – continua il sindaco – l’asfaltatura di quel tratto di strada, preceduto però dal taglio delle piante, con la programmazione della successiva ripiantumazione, ottenendo in quella sede il consenso unanime. Per quanto riguarda gli uffici regionali del settore, nessuna osservazione particolare, di fronte alla messa in sicurezza della strada, anche perché è l’unico tipo di pianta che non comporta impegni particolari anche per la manutenzione“.

Cominetti conferma chiaramente l’impegno, non solo per la ripiantumaziome delle 37 attuali, ma bensì delle 42 iniziali.

Chiudo l’articolo con una nota: mi è sempre piaciuto fare informazione e oggi fa parte dei miei passatempi che, come sempre, comportano soddisfazioni, ma anche mal di pancia, purtroppo.

Preciso comunque di non essere disponibile a creare “il caso”, il mio è un lavoro
gratuito e non ho alcun motivo di andare oltre, quando, soprattutto come in questo caso, non ne ricorrono gli estremi.