Tempo di lettura: 2 minuti

Al Teatro Romano di Verona, la Compagnia di Tango Amedialuz presenta lo spettacolo “Tango y Jazz”, omaggio ad Astor Piazzolla e Jerry Mulligan, e degna chiusura della Rassegna “Verona Tango Festival”.

Domenica 12 agosto, la big band toscana “Jugadores de Tango” e i suoi sedici musicisti diretti dal maestro Carlo Cini, animano la serata con i dieci ballerini della Compagnia di Tango Argentino Amedialuz, il cantante Ruben Mercado, attori, e la formazione canora veronese “Chorus”, composta da trentadue coristi diretti dal maestro Calo Bennati. Lo spettacolo si sviluppa in due atti per la durata complessiva di 1h e 50’.

La 4ª edizione della rassegna Verona Tango Festival si è svolta dall’1 al 10 giugno, in varie sedi private e pubbliche della città e in alcune Circoscrizioni, portando teatro, ballo, musica, film e incontri. Dieci giorni dedicati alla cultura del tango argentino nei suoi molteplici aspetti.


La Compagnia Amedialuz è in attività dal ’96 e ha sede a Verona. Fondata da Antonio Fiorillo con danzatori della sua scuola prima, e con il contributo poi di ballerini provenienti da altre realtà del nord-est e del centro Italia, mette in scena la sua prima produzione: “Calore di Tango”, replicato fra il ’96 e il ’97 in 13 teatri del Veneto e del Trentino. La Compagnia si componeva di 3 coppie, cantante e un quartetto costituito da chitarra, fisarmonica, violino e contrabbasso.

Prende così il via un esperienza singolare nel panorama del tango in Italia, sia per la precocità dell’idea, radicatasi sin dagli albori del ritorno del tango argentino del nostro paese, sia per la continuità e l’articolazione delle produzioni, che hanno coinvolto sempre più danzatori, musicisti e attori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *