Mercoledì 20 maggio Legambiente compie 40 anni, quattro decenni di “rievoluzione” con migliaia di volontari che si sono prodigati in nome del “popolo inquinato” per fermare la crisi climatica e le ecomafie, liberare il mare dai rifiuti e diffondere stili di vita sostenibili, proteggendo il territorio e chi lo vive. Perché le rivoluzioni cambiano il mondo, ma le evoluzioni lo rendono migliore.

In clima da covid19 è difficile pensare ad una grande festa di popolo, così non potendo fare la mega festa che i volontari avevano immaginato solo qualche mese fa, si è pensato di festeggiare ugualmente in modalità virtuale.

La sera del compleanno, mercoledì 20 alle ore 21:30 sui siti internet legambiente.it e lanuovaecologia.it e sulle pagine facebook di Legambiente e Nuova Ecologia.

Vedrà protagonisti alcuni nostri compagni di viaggio: dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa alla presidente del Kyoto Club Catia Bastioli, dalla professoressa dell’Università di Siena e luminare mondiale di marine litter Cristina Fossi al presidente di Libera Luigi Ciotti. La serata sarà moderata da Filippo Solibello, conduttore della trasmissione Caterpillar di Radio Rai2, e vedrà la partecipazione di un ospite speciale: Piero Pelù.

La storia di Legambiente inizia il 20 maggio del 1980, dopo un’assemblea tenutasi a Roma a fine marzo, si costituisce formalmente la Lega per l’ambiente dell’Arci. È il battesimo di un’associazione con un progetto ambizioso: promuovere un’idea di ambientalismo che tenga insieme natura e società; che non trascuri le battaglie storiche dell’ecologismo considerando il contesto socio culturale dei territori; che si caratterizzi per la diffusa presenza territoriale. Già nell’atto costitutivo è evidente la vocazione a un’analisi della realtà fondata su solide basi scientifiche, monitoraggi e raccolte dati, che costituiscono un patrimonio di conoscenze per sostenere le proprie battaglie.

Un grande movimento apartitico fatto di persone che, attraverso il volontariato e la partecipazione diretta, si fanno promotori del cambiamento per un futuro migliore. Questo compleanno è il compleanno di tutti noi, per questo Legambiente chiede di essere parte attiva di questo racconto pubblicando sui profili social con foto storiche e racconti delle battaglie portate avanti, ma anche delle vecchie tessere che qualcuno ha conservato o le magliette delle storiche campagne, gli striscioni e tutti i cimeli associativi, accompagnandoli con l’hashtag #Legambiente40.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.