Tempo di lettura: 2 minuti

Verona – Il matrimonio, la famiglia, i tradimenti, il divorzio, i giochi di potere, la relazione con la mamma, la religione, le app di incontri, il machismo. Sono questi i temi affrontati, tra racconto e cronaca, tra aneddoti e statistiche, da Silvia Allegri e Susanne Probst nel libro L’angolo delle occasioni (Osiride, 2020), illustrato da Gianni Falcone.

Prende le mosse da questi temi il laboratorio teatrale che avrà un primo confronto con il pubblico lunedì 24 gennaio, presso la sala adiacente al Cinema Teatro S. Teresa a Verona, con un doppio appuntamento alle 20.30 e alle 21.30.

L’angolo delle occasioni – #ilmatrimonio è il frutto della collaborazione di Silvia Allegri con gli attori Enrico Ferrari e Nicolò Sordo, che nel corso degli incontri di preparazione hanno coinvolto gli allievi in un’indagine finalizzata a decostruire l’impalcatura del matrimonio, svelandone contraddizioni e ipocrisie in modo ironico e schietto, dando ai partecipanti l’opportunità di interpretare i personaggi in base anche alle loro esperienze.

“Quando ho letto il libro di Silvia ho intravisto le sue potenzialità sceniche”, spiega Nicolò Sordo.

“E, cosa ancora più importante, l’ho trovato capace di generare un dibattito su temi spesso scivolosi e perfino imbarazzanti, perché riguardano l’intimità delle persone. Penso che laboratori di questo tipo siano necessari ma anche estremamente utili, per raccogliere storie e raccontarsi attraverso il teatro, con la giusta leggerezza”.

Certamente non è facile parlare di insuccessi sentimentali, scivoloni lavorativi e cocenti delusioni amorose. Ma i vantaggi ci sono, quando la parola scritta riesce a dar vita a un dibattito vivo e serrato. “Ogni autore scrive con il sogno di essere letto e di avviare, attraverso le proprie parole, riflessioni che vadano a toccare le corde più intime dell’anima”, aggiunge Silvia Allegri.

Silvia Allegri, giornalista e scrittrice
Silvia Allegri, giornalista e scrittrice

“L’incontro e il dialogo con Nicolò mi hanno dimostrato che questo libro non è femminista in senso stretto, ma consente un confronto generativo che coinvolge l’energia maschile e femminile insieme. D’altronde gli interventi grafici di Gianni Falcone e la prefazione di Guido Oldani sono un’altra prova di come donne e uomini possano essere coinvolti in un progetto di ampio respiro che veda nell’inclusione e nel dialogo il suo punto di forza”.

Gli ingredienti, perché questo possa avvenire, sono dunque l’ironia, un’ottima capacità autocritica e la piena disponibilità a rivedere le proprie opinioni.

L’angolo delle occasioni – #ilmatrimonio è il primo capitolo di un ciclo di laboratori e appuntamenti in cui si scrive, si parla e si mettono in scena le dinamiche sociali in cui tutti siamo inevitabilmente coinvolti in una forma di teatro partecipato. 
L’aspetto giornalistico e l’aspetto artistico si incontrano in una dimensione umana, che consente di condividere malinconie e risate senza vademecum o ricette infallibili di felicità assicurata.