Crema (Cremona) – Con l’arrivo dell’ autunno i migliori teatri allestiscono i cartelloni della nuova stagione teatrale per dar modo agli spettatori di programmarsi il proprio tempo libero. Da ottobre a maggio decine e decine di rappresentazioni e di spettacoli per tutti i gusti, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Molto interessante il cartellone allestito dal Teatro San Domenico di Crema dal titolo “Intrecci“, che sarà l’espressione di una rinnovata attenzione del teatro di Crema alle molteplici forme e ai diversi linguaggi del teatro coniugati e interpretati da artisti di rilievo nazionale e internazionale.

Vi trovano spazio alcune delle esperienze più innovative di questi anni, quelle che maggiormente interrogano la forma del teatro che verrà, in un intreccio di cinema e teatro, di musica e teatro, di danza e musica da mettere a confronto naturalmente con un teatro italiano altrettanto ricco di fermenti, ma che guarda soprattutto alla tradizione italiana dell’attore.

Il cartellone 2017-2018

  • Venerdì 13 ottobre – “Modern Art Tour – Nina Zilli in concerto“. Dopo il successo del singolo “Mi hai fatto fare tardi“, Nina Zilli torna con il nuovo album di inediti “Modern Art” : il Modern Art Tour sarà l’occasione per ripercorrere con l’artista i suoi successi più amati e per presentare al pubblico i brani del nuovo lavoro discografico.
  • Sabato 4 novembre – Compagnia di Teatro di Luca De Filippo presenta “Non ti pago“, di Eduardo De Filippo. Una delle commedie più brillanti del repertorio di Eduardo De Filippo nella versione diretta dal figlio Luca. Con una straordinaria compagnia di attori napoletani, guidati da Gianfelice Imparato e Carolina Rosi, è uno spassoso ritratto di una famiglia e dei suoi “travagli” legati al gioco del lotto.
  • Giovedì 23 novembre – “Non ce ne importa niente – Le sorelle Marinetti in concerto“, con Turbina Marinetti: Nicola Olivieri, Elica Marinetti: Matteo Minerva, Scintilla Marinetti: Marco Lugli, Adalberto Ferrari – clarinetto / C-melody sax, eChristian Schmitz – pianoforte.
  • Giovedì 30 novembre – Lella Costa in “Traviata – L’intelligenza del cuore“, di Gabriele Vacis e Lella Costa, musiche di Giuseppe Verdi, Franco Battiato, Marianne Faithfull e Tom Waits. Lella Costa porta in scena un nuovo progetto dedicato ad una delle Opere Verdiane più intense, “La Traviata”, che fu già un suo indimenticabile spettacolo teatrale.
  • Mercoledì 13 dicembre – Rappresentazione de “Una giornata particolare“, di Ettore Scola e Ruggero Maccari; adattamento di Gigliola Fantoni; con Giulio Scarpati e Valeria Solarino. Regia di Nora Venturini. Un ambiente chiuso, due storie umane che si incontrano in uno spazio comune in cui sono “obbligati” a restare, prigionieri. Fuori il mondo, la Storia: gli Italiani che festeggiano l’incontro tra Mussolini e Hitler.
  • Venerdì 19 gennaio – Teatro della Ribalta presenta “Personaggi“, di Antonio Viganò, liberamente ispirato a “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello, con Michele Fiocchi, Rodrigo Scaggiante, Daniele Bonino, Lorenzo Friso e Maria Magdolna Johannes. Il gioco pirandelliano dell’incomunicabilità, delle maschere sociali, dei ruoli, delle forme apparenti, che tutti noi crediamo immobili e che invece si trasformano in continuazione, è terreno fertile per questi attori/di/versi.
  • Martedì 23 gennaio – Rappresentazione de “Toni Sartana e le streghe di Baghdad“, di e con Natalino Balasso. Va in scena la seconda commedia della “Cativìssima”, la trilogia dedicata al personaggio di Toni Sartana nato dalla fantasia di Natalino Balasso. Se il primo capitolo guardava alla politica, questo nuovo episodio sposta la sua lente deformante sull’economia.
  • Sabato 3 febbraio – “Bach is in the air“, con Ramin Bahrami e Danilo Rea. Due pianoforti e quattro mani per un omaggio all’imponente eredità musicale di Johann Sebastian Bach.
  • Domenica 18 febbraio – Rappresentazione de “L’Avaro“, di Molière, con Alessandro Benvenuti, adattamento e regia di Ugo Chiti. Amaro e irresistibilmente comico, un’opera di bruciante modernità… l’Avaro molieriano riesce a essere un classico immortale e nello stesso tempo a raccontarci il presente senza bisogno di trasposizioni o forzate interpretazioni.
  • Venerdì 23 febbraio – Rappresentazione de “Carta Diva“, di e con Ennio Marchetto. Attraverso costumi di carta Ennio Marchetto con Carta Diva dà vita a uno spettacolo che è una vera Babilonia di musica, teatro e creatività. Il suo spettacolo non ha confini, piace ovunque, a un pubblico assolutamente eterogeneo dai 7 ai 70 anni.
  • Martedì 27 febbraio – Nuovo Teatro presenta “Qui e ora“, scritto e diretto da Mattia Torre, con Paolo Calabresi e Valerio Aprea. Comicità corrosiva e cinismo per raccontare il vuoto sociale e culturale dei nostri giorni, dalla penna sagace dell’eccezionale autore Mattia Torre già sceneggiatore e regista della serie tv Boris. In scena due volti noti del cinema italiano in un riuscito binomio teatrale.
  • Giovedì 15 marzo – Rappresentazione de “Il casellante“, di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale, con Moni Ovadia, Valeria Contadino e Mario Incudine. Uno spettacolo con musiche, dove si ride e ci si commuove al tempo stesso. Gli attori e i musicisti, immersi nella stessa azione teatrale narrano una vicenda metaforica che giuoca sulla parola, sulla musica e sull’immagine.
  • Sabato 18 marzo – “Lezioni di rock – Omaggio ai Beatles“, con Ernesto Assante e Gino Castaldo. Ascoltare la musica, vedere la musica, raccontare la musica. Le Lezioni rock sono un percorso guidato attraverso cinquant’anni di storia del rock, un lungo viaggio che parte dagli anni Cinquanta e arriva ai giorni nostri, illustrato da canzoni, filmati e parole.
  • Sabato 7 aprile – Rappresentazione de “Caravaggio .. l furori“, di Enzo G. Cecchi, con GianMarco Zappalaglio. Lo spettacolo è una sorta di autobiografia immaginaria basata su ipotesi ed avvenimenti reali: la storia di un uomo, Michelangelo Merisi detto Caravaggio, negli ultimi momenti della propria vita nascosto a Napoli in attesa della grazia papale e del ritorno a Roma.