Bagnolo Mella  (Brescia) – L’associazione culturale teatrale “Caramella” rende omaggio alla grande scrittrice Natalia Ginzburg mettendo in scena una rivisitazione di uno dei suoi testi più interessanti: “L’inserzione“, una commedia del 1965 sul mondo femminile e sul confronto-scontro con quello maschile, sempre investigato dall’autrice con acume ed ironia.

E’ da qui che nasce la rappresentazione teatrale  “Tossico Familiare”, che andrà in scena sabato 24 marzo alle ore 21.00 presso Palazzo Bertazzoli a Bagnolo Mella (Brescia). Lo spettacolo riprende e rilancia i temi cari alla Ginzburg: la ciclicità di una situazione di coppia che torna continuamente a ritorcersi su se stessa come una spirale senza via di uscita; il linguaggio che, pur asciugato e contenuto, mantiene inalterata la colloquialità del cicaleccio tipico dell’autrice; la presenza vitale di una ragazza giovane che scompagina la vita di una coppia adagiata su una malsana ripetitività. Uno spettacolo con una visione contemporanea, nel quale riso, rabbia, disperazione e dolcezza si alternano continuamente, con uno sguardo a Nietzsche ma anche a Inside out.

Una rappresentazione che è una critica non troppo velata alla società dei nostri giorni, basata sullo spreco e sull’impossibilità di vivere pienamente, dopo aver abbandonato le forti radici rurali per sostituirle con un’esistenza vuota e priva di significato nella continua ricerca di una felicità impossibile da realizzare all’interno di noi stessi.