Tempo di lettura: 4 minuti

Bolca, Verona –  L’ambiente e la montagna, con le loro caratteristiche peculiari
e le loro problematiche, saranno i temi cardine della prima edizione di TEDxBolca.

L’intento è quello di tracciare un collegamento tra le dimensioni temporali del passato e del
futuro e contestualizzarle rispetto a questi due ambiti di riferimento che sono proprio
l’ambiente e la montagna.

Si parte da una riconcettualizzazione del passato, dei valori, delle tradizioni e delle difficoltà
tipiche di un territorio che di per sè è meraviglioso, ma che si trova oggi ad essere posto in
una posizione di svantaggio. In particolare, TEDxBolca desidera far emergere i punti di forza della zona nonchè delle soluzioni utili, ma anche proporre una guida che indichi come
affrontare in modo consapevole i cambiamenti e le problematiche presenti, al fine di ridurre
l’incertezza del domani.

Sabato 17 settembre al Museo dei Fossili di Bolca, dalle ore 15 alle 19.30 dopo i
consueti saluti istituzionali, si terranno gli interventi di alcune personalità di rilievo, le quali
condivideranno con il pubblico testimonianze, idee, riflessioni relative al tema proposto.

Ad aprire le danze sarà Alessandro Anderloni, artista, regista, attore, scrittore e produttore.
Si dedica fin da giovanissimo al teatro, sua grande passione, scrivendo e mettendo in scena
più di cinquanta spettacoli dagli anni Novanta in poi. A tali mansioni, ha presto affiancato
quella di didattica teatrale nelle scuole e la direzione artistica di teatri, festival. Ha dato voce alla Divina Commedia in forma di monologhi teatrali, ciascuno dei quali intendeva percorrere un canto per stimolare il coinvolgimento e la comprensione dei partecipanti. Il suo intervento si focalizzerà proprio sulla figura di Dante Alighieri, con particolare riferimento ai contenuti premonitori presenti nel suo poema.

A seguire Davide Lanfranco, fisioterapista e ipnologo specializzato nel trattamento del dolore cronico che attraverso l’esperienza acquisita lavorando a Londra con pazienti con dolore cronico trattati attraverso tecniche come ACT e Mindfulness, fornirà degli utili consigli per liberarsi dalla morsa della critica interna.

Una testimonianza del collegamento fra passato e futuro giungerà dall’esperienza personale
di Fulvio Valbusa, ex fondista di livello internazionale, vincitore della medaglia d’oro nella
staffetta 4×10 ai giochi olimpici di Torino 2006. Nel suo talk racconterà i momenti salienti della sua vita e come è arrivato a svolgere la mansione di guardia forestale a contatto con i lupi nei territori della Lessinia.

Al giorno d’oggi si sente molto parlare dell’importanza delle api nel mantenimento della
biodiversità e nella conservazione della natura. Paolo Fontana naturalista di fama
internazionale e ricercatore presso la Fondazione Edmund Mach di Trento, ha concentrato i
suoi studi proprio sui temi della sostenibilità degli agrosistemi, sulla conservazione della
biodiversità, sull’apicoltura, sulla gestione naturale dell’ape mellifera e sull’uso delle api come indicatori di qualità ambientale.

Nel suo intervento manifesterà il suo amore per la Natura guidandoci alla scoperta del mondo delle api.

È possibile trasformare la montagna da problema a opportunità fornendo supporto alla sua
economia? Gianfranco Cerea, Professore ordinario e Decano del Dipartimento di Economia
e Management presso l’Università degli Studi di Trento, scenderà nel vivo del tema
focalizzando l’attenzione sul divario che intercorre fra il territorio montano e la pianura,
illustrando le motivazioni per cui è necessario valorizzare l’economia di montagna e
presentando delle linee guida per salvaguardarla.

Valentina Rossi ha conseguito la laurea triennale e magistrale in geologia presso l’Università
La Sapienza di Roma e poi ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’University College
Cork (Cork, Irlanda). Opera oggi come paleontologa specializzata nello studio dei fossili
preservati e ha l’obiettivo di individuare il significato evolutivo e biologico delle informazioni
celate nei resti di animali ormai estinti.

Attraverso uno storytelling facilmente comprensibile e accessibile a tutti, ci guiderà nella scoperta della storia del Pesce Luna, uno dei reperti più famosi e meglio conservati del Museo dei Fossili di Bolca.

A seguire Sofia Dal Zovo, formatrice educativa nazionale e specialista di benessere
emozionale, condividerà con noi il suo desiderio di scoprire nuovi modi di fare educazione
partendo dalla consapevolezza di sé. È responsabile fondatrice del centro LeRaise Pedagogia & Scuola, docente di Outdoor Education presso il Centro Studi Zeroseiplanet e Supervisore Educativo di Outdoor Education.

Opera come istruttrice di Mindfulness per le realtà educative per ragazzi e docenti. Il suo intervento rappresenta uno dei tanti impegni di formazione che porta avanti in tutto il territorio nazionale in favore di scuole, associazioni di ragazzi e genitori e gruppi di lavoro.

Un altro protagonista di TEDxBolca sarà Luca Romano fisico, esperto di Giornalismo
scientifico e fondatore della pagina “L’Avvocato dell’Atomo”, che ci aiuterà a comprendere
meglio il neologismo “infodemia”, con il quale si intende oggi un’abbondanza di informazioni, alcune accurate e altre no, che rendono difficile per le persone trovare fonti affidabili quando ne hanno bisogno.

Si tratta per lo più di notizie “false” che tendono a riscuotere più successo poichè toccano le nostre paure e parlano alla nostra parte emotiva.

Per concludere, il talk di Pasquale D’Autilia, tratterà del tema della salute dell’uomo nella
società 4.0. Egli infatti è laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Medicina del Lavoro e si occupa di Medicina del Lavoro e Medicina dello Sport. Le sue considerazioni sono il frutto di un’ampia esperienza a contatto con diverse tipologie di pazienti, che gli ha consentito di individuare le terapie più efficaci e di comprendere che la medicina del lavoro acquisirà sempre più un ruolo centrale nel futuro.