Tempo di lettura: 2 minuti

Gardone Riviera, Brescia. Restituito al pubblico nel 2013, dopo un importante intervento di risanamento idrogeologico, l’anfiteatro è oggi l’area più selvaggia del Parco del Vittoriale, ospita sino al 26 luglio il festival Tener-a-Mente.

Il Festival si svolge in un contesto ricchissimo di storia e nel suo meraviglioso parco, eletto nel 2012 “Parco più bello d’Italia”. Un luogo sospeso tra arte, cultura, natura e bellezza. ‘Oltre’ come luogo che sta “al di là“, ma anche come “in-oltre“, come luogo altro, diverso.

E questa rassegna nella rassegna, in effetti, si svolge in un luogo diverso dal palcoscenico dell’anfiteatro, nel suggestivo Laghetto delle Danze: voluto da d’Annunzio a forma di violino, in omaggio a Gasparo da Salò, per ospitare spettacoli coreutici, con la sua fitta vegetazione, le palme che fan capolino tra i cipressi, i ruscelli dell’Acqua Pazza e dell’Acqua Savia che qui confluiscono in una sonora cascata, il palcoscenico-piattaforma che entra nell’acqua, sovrastato dalla prua della Nave Puglia, e il pubblico seduto tutt’attorno.

Ed è proprio questa geografia intima del luogo a renderlo palcoscenico ideale per una programmazione meno classica e più coraggiosa, con musicisti eccellenti del panorama internazionale che si muovono in zone musicali difficilmente identificabili, etichettabili con la fissità di un genere. In un certo senso, un altro modo di andare ‘Oltre‘.

Grandi nomi della musica e dello spettacolo internazionale presentano manifestazioni esclusive in un luogo ricco di arte, storia e natura. L’edizione 2019 terminerà domenica 26 luglio. Imperdibili gli appuntamenti previsti. La rassegna sarà inaugurata da Johnny Marr, uno dei chitarristi più celebri della musica contemporanea. Seguiranno grandi nomi della musica, come James Morrison, il 7 luglio, e i Garbage il 9 luglio. Il festival ospiterà anche il giovane rapper reduce da Sanremo: Ghemon, che terrà il suo concerto il 14 luglio. Infine, il grande cantautore irlandese Glen Hansard concluderà la programmazione.

Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto dal 1921, a Gardone Riviera sulle rive del lago di Garda da Gabriele d’Annunzio con l’aiuto dell’architetto Gian Carlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Il Vittoriale oggi è una fondazione aperta al pubblico e visitata ogni anno da circa 180.000 persone ogni anno.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *