Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona – Anche quest’anno abbiamo voluto incontrare in un momento di emergenza il presidente del Tennis Club Offanengo Bonizzi Giandomenico: “Purtroppo sono molto preoccupato per come si sta svolgendo la pandemia ma cerchiamo di tenere duro e di vedere positivo. Nella stagione passata abbiamo dovuto rinunciare a molte competizioni già programmate, l’unico momento positivo è stato il torneo di settembre con un record di iscrizioni di 126 giocatori che hanno reso la competizione molto competitiva con giocatori arrivati da tutta la lombardia con un livello tecnico alto“.

Abbiamo poi iniziato i nuovi corsi per bambini\e – prosegue Bonizzi – ma per ora sono in stand-by. Abbiamo dovuto rinunciare anche alla festa del cinquantesimo anno di attività del circolo e giocato con riduzione di incontri i vari campionati a squadre. Purtroppo devo anche sottolineare che il nostro circolo è gestito da un gruppo di volontari che ci permettono di evitare dei pesanti costi di gestione che vengono sostenuti dalle entrate delle ore giocate dai soci e non, sarà dura andare avanti se non si sblocca qualcosa“.

Ringrazio tutti gli sponsor che hanno sposato il nostro progetto e che in questo momento stanno attraversando pure loro un difficile momento ma ci hanno voluto sostenere ugualmente e rimanerci vicino dandoci la forza di non mollare. Sicuramente chiuderemo questo anno zero in negativo, sperando in un inizio di anno nuovo pieno di speranza, dove si potrà ricominciare a fare attività e programmare una nuova stagione. Se invece si continuerà in questa direzione, si dovranno prendere delle decisioni sicuramente negative e sarebbe un peccato dopo tutto quello che si è riuscito a costruire e investire in un area sportiva, una struttura all’occhiello del paese e del circondario cremasco

Sono andato un po a ruota libera – conclude il presidente – purtroppo la situazione è questa, io e i miei collaboratori e i soci ci crediamo in un superamento di questo momento difficile, incrociamo le dita e speremmmm. Anche la recente, forte nevicata ci ha messo in ginocchio facendo abbassare i palloni e creando danni agli stessi e solo grazie ai consiglieri che si sono attivati subito si è ritornati alla normalità, ma con alcuni danni hai palloni che però non dovrebbero creare problemi ad una eventuale ripresa dell’attività. Noi siamo duri e non molliamo, vogliamo ritornare alla normalità“.