Conferenze, seminari, concerti e attività pedagogiche incentrati sul rapporto fra creatività musicale contemporanea e nuove tecnologie: si svolge nei giorni 21, 22, 23 e 24 giugno 2017 la terza edizione di “Labirinti sonori”, progetto internazionale che nasce dalla collaborazione fra il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, il Comune di Parma Assessorato alla Cultura – Casa della Musica e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Parma. In esso si propongono conferenze, masterclass, seminari e concerti tenuti da esperti, musicisti e docenti di diverse istituzioni internazionali.

In particolare, quest’anno molti seminari saranno tenuti dalla Prof.ssa Pilar Fontalba, docente di oboe del Conservatorio Superiore di Musica delle Isole Baleari, e dal Prof. Juan J. Eslava, titolare di Composizione del Conservatorio Superiore di Musica di Aragon.

Il progetto – concepito da Javier Torres Maldonado, docente di composizione elettroacustica del Conservatorio di Parma – comprende inoltre due concerti aperti liberamente al pubblico.

Venerdì 23 giugno alle 16.30, nella Casa del Suono, si terrà il concerto “Ance spaziali” con l’oboista Pilar Fontalba. La regia del suono sarà a cura degli studenti del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”.

Il programma include prime esecuzioni italiane e diverse prime assolute di brani di autori contemporanei nonché degli allievi della scuola di composizione elettroacustica del Conservatorio di Parma, concepiti appositamente per i sistemi di spazializzazione della Casa del Suono (Sala Bianca, Lampadario, installazione idro-sonora).

Sabato 24 giugno alle 11.30, nella Sala dei Concerti della Casa della Musica, l’Ensemble Suono Condiviso del Conservatorio “Arrigo Boito” proporrà invece un percorso fra diversi linguaggi compositivi del ‘900 e contemporanei. Partecipa al concerto il compositore Iñaki Estrada, di cui si eseguirà un brano in prima esecuzione italiana.