Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 3ª giornata di ritorno della 2ª fase del campionato di serie C Silver girone Verde continua marcia al comando dei mantovani del San Pio X Mantova (Asan 24) che solo nel quarto finale supera l’ostica Blu Orobica Bergamo (Nespoli 10) e mantiene sempre 8 punti di vantaggio sulla vice capolista Tecnofondi Ome (Coppi 17) che priva di Bianchi e Mobio si impone in trasferta sul campo della E’Più Casalmaggiore (Raskovic 15) alla sua 2ª sconfitta consecutiva. A chiudere il podio virtuale i bergamaschi dell’Excelsior Bergamo (Ondei 13) che vincono a fatica contro la pericolante Negrini Quistello (Galeotti 19).

Ai piedi del podio troviamo il terzetto composto da Opel Bonaventi Manerbio, Crema Assicurazioni Ombriano ed Almac Viadana. I bresciani (Zoccoli 19) surclassano in classifica il fanalino di coda Forti e Liberi Monza 1878 (Vigilante 23), mentre i cremaschi (Bonacina 13) dopo essere stati sotto anche di 16 lunghezze vincono in rimonta nello scontro diretto contro la compagine viadanese a cui non sono bastati i 24 punti dell’ex Piadena Cacciavillani. Alle spalle di questo terzetto troviamo un altro terzetto composto da Sas Lic Verolanuova, E’Più Casalmaggiore e Cryo Service Somaglia; i verolesi (Salvini ed Arcidiacono 11) superano in trasferta i bergamaschi della Food & Drink Bottanuco (Vitali 13), i casalaschi cedono in casa in volata contro i franciacortini della Tecnofondi Ome ed infine i lodigiani (Paulinus 14) si impongono in casa contro la Progresa Curtatone.

Alle spalle di questo terzetto troviamo solitaria la Monteclarense (Cerini 19) che viene a sorpresa sconfitta sul campo della Italcontrol Villasanta trascinata dai 25 punti di Leggiero; alle spalle dei monteclatensi troviamo la Progresa Curtatone sconfitta a San Martino in Strada dalla Cryo Service Somaglia. Ai margini della zona playoff troviamo la già citata Italcontrol Villasanta che a sua volta precede la coppia orobica composta da Food & Drink Bottanuco e Blu Orobica che precedono la Negrini Quistello, mentre chiude la classifica la Forti e Liberi Monza.


Colorno (PR) – Seconda sconfitta consecutiva per l’E’Più Casalmaggiore che al termine di un match equilibrato cede nel finale tra le mura amiche contro una ritrovata Tecnofondi Ome che si impone con il punteggio finale di 59 a 63, e che gli permette di conservare il 2° posto, mentre i casalaschi perdono una grossa chance per issarsi sul gradino più basso del podio ma soprattutto portarsi a soli 2 punti dalla compagine franciacortina.

Per questa gara coach Parazzi deve rinunciare agli infortunati Guerra e Frisullo, con il primo in panchina per onor di firma; mentre dall’altra parte coach Baltieri deve rinunciare all’infortunato Bianchi ma presente in panchina per onor di firma ed il giovane Mobio uno dei protagonisti della gara di andata.

La gara vede un inizio equilibrato con Perazzi immarcabile autore di 7 punti ma nessuna delle 2 squadre riesce ad allungare e dopo 10′ il punteggio è in perfetta parità a quota 17. Nella 2ª frazione parte forte l’E’Più che piazza un parziale di 14 a 3 toccando la doppia cifra di vantaggio sul 31 a 20, costringendo coach Baltieri al time out. Alla ripresa del gioco i ragazzi di coach Parazzi si inceppano e la Tecnofondi piazza un parziale di 2 a 9 e si va all’intervallo con Casalmaggiore avanti di sole 4 lunghezze sul punteggio di 33 a 29. Al rientro dagli spogliatoi le 2 squadre giocano alla pari ma con dei leggeri vantaggi interni che rimarranno tali sino alla fine del 3° periodo chiuso in vantaggio dai casalaschi sul risultato di 47 a 44. Il copione non cambia nemmeno nell’ultima frazione con l’E’Più sempre avanti sino agli ultimi 17” quando Ome con Valenti e l’evergreen Coppi mettono la freccia avanti e la manterranno sino al suono della sirena conclusiva e che vede Ome imporsi con il punteggio finale di 59 a 63.

E’PIU’CASALMAGGIORE-TECNOFONDI OME 59-63
PARZIALI: 17-17, 33-29, 47-44
E’PIU’CASALMAGGIORE: Rossi 3, Verzellesi 4, Donzelli 6, Lombardi, Gaudenzi 12, Orlandelli 10, Mangiapane 7, Marchini 2, Raskovic 15. All.: Parazzi.
Nessuno uscito per 5 falli.
TECNOFONDI OME: Valenti 15, Olivieri, Coppi 17, Bianchi n.e., Asamoah 2, Giovanelli 3, Ballini 6, Pinic 2, Perazzi 9, Pasini 9. All.: Baltieri.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Quaranta e Lonati di Pavia.


Castelnovo di sotto (RE) – Vittoria di prestigio ed in rimonta per una Crema Assicurazioni Ombriano che come l’araba fenice rialza la testa dopo essere stata sotto di 16 lunghezze per poi imporsi nell’infuocato finale sul difficile campo della Almac Viadana con il punteggio finale di 61 a 66 rimanendo agganciata alla zona alta della classifica.

La gara si mette subito in salita per Bonacina e compagni che subiscono i canestri di Defant e Cacciavillani che prima spingono i locali sul 7 a 0 e successivamente chiudono il 1° quarto sul punteggio di 17 a 6. Il copione non cambia nemmeno nel quarto successivo con i rossoneri incapaci di realizzare e Viadana grazie alle triple di Tosi e Castoldi tocca il massimo vantaggio a +16 sul 34 a 18. Nel finale Crema Assicurazioni si riprende e grazie a Bonacina e Basso Ricci si riporta a -10, ma sul capovolgimento di fronte Cacciavillani con 3 tiri liberi sigla il 37 a 24 che manda le 2 squadre all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi Ombriano con Fall e Ravanelli si riporta a -8, ma sul capovolgimento di fronte Margini chiude il 3° quarto sul punteggio di 50 a 40. L’ultima frazione inizia con il turbo per Crema Assicurazioni che trascinata dalla coppia Airoldi-Donati piazza subito un parziale di 0 a 10 acciuffando la parità a quota 50; ma Viadana non ci saà ed il solito Cacciavillani tiene in vita i suoi, ma Ombriano rimane incollata punto a punto sino ai secondi quando Turco, Airoldi e Bonacina siglano i canestri decisivi per il definitivo 61 a 66.

ALMAC VIADANA-CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO 61-66
PARZIALI: 17-6, 37-24, 50-40
ALMAC VIADANA: Castoldi 7, Righi, Cacciavillani 24, Tosi 3, Neri 5, Margini 10, Defendi, Defant 10, Prati, Martelli, El-Ibrahimi 2, Gardani. All.: Tellini.
Nessuno uscito per 5 falli.
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Dedè 8, Airoldi 7, Fall 8, Ghislandi 5, P.Lecchi, Turco 11, Basso Ricci 4, Bonacina 13, Ravanelli 2, Donati 8. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Orlandi di Broni (PV) e Bosini di Cremona.