Tempo di lettura: 2 minuti

Terzo addio in casa Basket Team Pizzighettone che, dopo le partenze di Baldrighi e Casali accasatisi alla Sas Pellico Verolanuova in serie C Silver, perde un altro pezzo della sua scacchiera.

Si tratta dell’esperto playmaker Fabrizio Foti, classe 1988 di 174 cm che si è accasato per motivi di lavoro in terra varesina all’ambiziosa 7 Laghi Gazzada Schianno, formazione militante nel campionato di serie C Gold. Dopo aver iniziato nel florido settore giovanile dell’Assigeco Casalpusterlengo, l’ex folletto orange ha esordito in serie C1 con la maglia della Zerouno Piadena nel 2005 ed in quella squadra facevano parte giocatori di primo pelo come Simoncelli, Candela e Melli mentre in panchina erano guidati da Andrea Pedroni, attualmente vice allenatore in serie B sulla panchina della Pallacanestro Crema.

Il sodalizio tra Foti ed il club casalasco è durato solo 2 anni, poi il giocatore milanese ha militato in serie C1 con la maglia della Pallacanestro Alto Sebino di Costa Volpino dove chiude la stagione con 374 punti in 28 presenze pari ad una media di 13.4 ed un best score di 30. L’anno successivo si trasferisce in terra piemontese militando per 8 lunghe stagioni nelle fila della Rosmini Domodossola dove nel frattempo diventa uno dei beniamini della squadra, viene eletto capitano e con la compagine ossolana mette a referto 2445 punti in 177 presenze con una media di 13.8 ed un best scorer di 44 punti nella stagione 2011-2012.

Nella stagione 2017-2018 riceve la chiamata da parte del Basket Team Pizzighettone 1995 dove rimane per 4 stagioni mettendo a segno 1184 punti in 102 presenze pari ad una media di 11.6, con un best score di 33 punti nella prima stagione con la canotta del grifone. Infine nel suo palmares troviamo una promozione in maglia Rosmini Domodossola nella stagione 2015-2016 dalla serie C Gold alla serie B Nazionale ed una finale di serie C Gold nella stagione 2018-2019 persa contro i “vicini di casa” della Gilbertina Soresina nella quale erano in rosa giocatori di primo pelo come Luka Roljic e l’attuale capitano della Pallacanestro Crema Pietro Del Sorbo e guidati in panchina da Paolo Castellani.

Non mi sarei aspettato che questo momento potesse arrivare – ha esordito il vice presidente del sodalizio abduano Serafino Parmigiani che ha sottolineato l’eccezionalità del soggetto – ma soprattutto è scattato con lui un feeling totale che nel corso degli anni è diventato un legame saldissimo, poi lui ha portato grande esperienza che ci ha permesso anno dopo anno di migliorare. E’ arrivato in punta di piedi, si è fatto ben volere da tutti e ci ha fatto regalare grandissime emozioni sia in campo che fuori dallo stesso. A lui – conclude Parmigiani – va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso in questi anni, per l’amore e l’attaccamento alla maglia mostrati e per i momenti di amicizia condivisi. Da parte di tutta la dirigenza auguriamo a Fabrizio un grandissimo in bocca al lupo per il proprio futuro, sia a livello lavorativo e personale.