Darfo Boario Terme, Brescia. Giovedì 20 ottobre alle ore 20.30 alla sala Blu di Boario fiere, nell’ambito della rassegna autunnale “Del Bene e del Bello, il Parco Adamello organizza la serata “Tessere di/il paesaggio della Valle Camonica: orti, prati da sfalcio e scatti d’autore – Il saper fare per la terra”.

E’ un evento per celebrare alcune attività in cui il Parco Adamello ha creduto ed ha sostenuto durante il corso dell’anno: premiazione del miglior orto alpino, la premiazione dei migliori prati da sfalcio e il workshop fotografico svolto in collaborazione con Pixcube.valle camonica

Sarà anche l’occasione per inaugurare 2 mostre fotografiche. La prima mostra, dal titolo “Tessere di paesaggio” è dedicata alle migliori immagini scattate con i fotografi Pixcube durante il Workshop fotografico svoltosi nel mese di giugno 2016 nell’ambito della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina. L’altra mostra “La compagnia dell’orto” è un omaggio all’orticoltura camuna, infatti, presenta gli orti partecipanti alla scorsa edizione del premio “Miglior ortoalpino di Valle Camonica”.incisioni_rupestri_valcamonica

Il programma: 

20.30 – Saluti istituzionali del Sindaco di Darfo Boario Terme Ezio Mondini e della Presidente della Comunità Montana di Valle Camonica Oliviero Valzelli.

20.40 – Illustrazione della serata a cura di Enzo Bona e Adarosa Di Pietro

20.50 – Illustrazione del Premio “Miglior Orto Alpino 2016” a cura di Lara Giamporcaro

21.05 – Illustrazione del Premio “Prati da sfalcio 2016” a cura di Guido Calvi

21.20 – Illustrazione del Workshop fotografico “Pixcube in Valle Camonica” a cura di Saul Ripamonti

21.35 – Presentazione Mostre “Il Miglior Orto Alpino 2015” e della mostra “Tessere di paesaggio” a cura di Pixcube – le mostre verranno trasferite dal giorno successivo presso lo IAT di Darfo Boario Terme e li ospitate sino al 29 ottobre 2016.

22.00 – Premiazione dei vincitori premio “Miglior Orto Alpino” e “Prati da sfalcio”

22.30 – Scambio delle sementi a cura di Adarosa Di Pietro e “Dolce notte” – Quattro chicchere accompagnate dai dolci del Consorzio della Castagna e dai vini della Cantina “Rocche dei Vignali”