Sta per  arrivare The People’s Operator, in parole povere e italiane, l’operatore della gente.

TPO, così si chiamerà, è la nuova creatura di  Jimmy Wales, il 49enne ex broker cofondatore di Wikipedia.

TPO sarà l’estensione negli Stati Uniti di un operatore telefonico “etico“,  già presente in Gran Bretagna dove ha già 30mila abbonati ed è in continua crescita.

Dall’altra,sarà un social network dedicato alle cause sociali e civili. Una via di mezzo fra Twitter e una piattaforma di crowdfunding. E senza pubblicità.

The People’s Operator promette di donare il 10% della bolletta telefonica dell’utente a una causa di sua scelta. E di girare il 25% dei profitti complessivi della compagnia in beneficenza.

Lo si potrà fare abbattendo le spese classiche partendo dai costi pubblicitari o di marketing.

“Stiamo sostituendo le ingenti spese di marketing con massicce spese per le nostre cause”, ha dichiarato Wales che in questo progetto ha coinvolto Save The Children, Wwf, Wounded Warrior Project.

L’area social permetterà di postare aggiornamenti, immagini, contenuti di vario tipo, partecipare a gruppi. Così come già succede su Facebook o Twitter. Ma TPO sarà anche “un luogo per le donazioni, un sistema attraverso il quale raccogliere fondi. Se vuoi aprire una campagna per qualcosa che hai a cuore, ti daremo gli strumenti per farlo”, ha spiegato Wales.