Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Piazza Tebaldo Brusato, nel cuore storico della città, accoglie le realtà e i valori della cooperazione bresciana sabato 1 giugno nell’evento: “Ti incontro, storie di un territorio”, un’idea della Confcooperative di Brescia. Dalle 9,30 alle 22,45: tavola rotonda, incontri, musica e tanto altro ancora, dove i cittadini potranno incontrare gli attori della cooperazione, comprendere i valori economico-sociali, i servizi per la comunità e per il bene comune che migliorano la qualità della nostra vita.

Dai servizi alla persona al credito delle Bcc, dall’Economia Circolare alla tutele del’ambiente, poi teatro e televisione, logistica, editoria, farmaceutica, servizi alle imprese, informatica, florovivaismo, formazione e inserimento lavorativo di persone con disagio.

Per la giornata “Ti incontro” verrà allestito il piazza Tebaldo Brusato un padiglione che ospita i vari eventi della giornata dove scoprire il volto moderno della cooperazione, conoscerne le ragioni e i valori che sono le colonne portanti del mondo cooperativo a tutto tondo.

In altre parole “sentirsi comunità”, dare valore all’interesse generale di cui la comunità è portatrice, anche mettendosi nei panni degli altri. E quindi sostenere chi, malgrado la buona volontà, non riesce o riesce solo in parte. Collaborazione, aiuto reciproco, impegno verso gli altri sono parole chiave per descrivere la solidarietà, che produce risultati positivi non solo per chi la riceve, ma anche per chi la pratica.

La Cooperazione è sinonimo di lavoro in comune, il che significa, non tanto lavorare nello stesso luogo, ma sentirsi insieme, condividere motivazioni e impegno, acquisire il concetto di “rispetto per l’altro” e di aiuto reciproco, costruire con gli altri qualcosa di utile per la comunità nella quale viviamo.

Non tutti conoscono la realtà e il lavoro capillare delle cooperative sociali di inserimento lavorativo che svolgono diversi servizi e attività in ambito sociale, ecologico, territoriale. Non tutti sanno che oltre ai servizi le cooperative sociali si realizzano progetti in sinergia con diverse realtà e attori del territorio. Non tutti sanno che le attività, i servizi e i progetti si innovano continuamente e vanno incontro a nuovi bisogni. Non tutti sanno cosa sia l’inserimento lavorativo.

Per questo sabato 1° giugno il mondo della cooperazione bresciana scende in piazza e incontra i cittadini, contribuendo a comporre un evento composito, con un programma ricco di iniziative per cittadini, famiglie e quanti vorranno scoprire anche quello che non ci si aspetta dalla cooperazione.

Attivando partecipazione, si arricchisce la cooperativa di sapere ed esperienze che provengono anche dal basso dell’organizzazione. La partecipazione favorisce la crescita delle persone e sviluppa responsabilità fondata sull’autorevolezza. Partecipazione richiede un forte sviluppo delle relazioni interne, dando valore ai rapporti umani. La partecipazione non è assemblearismo e non può consistere nel sapere tutto tutti, ma piuttosto nell’opportunità offerta a ciascuno di poter dare un contributo di idee.

Il programma.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *