Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Domenica 11 marzo, a distanza di due anni, ritorna presso il Laboratorio LanzaniHOME, un concetto di party completamente nuovo, che sta riscuotendo grossi consensi soprattutto all’estero.

Come ambiente di aggregazione culturale, Home coinvolge persone che seguono l’arte e la musica e che ne hanno fatto una ragione della propria esistenza. Persone che hanno rivoluzionato il modo di pensare e che con la loro esperienza sono oggi dei punti di riferimento.

Installazioni, esposizioni interattive, arte moderna, futurismo ma anche uno sguardo al passato per vivere meglio il futuro. L’obiettivo è quello di rendere l’arte dinamica ed accessibile alle nuove generazioni. Tutto questo unito a live e dj set con musica di altissima qualità. Arte visiva e musica creeranno insieme una grande sinergia e il pubblico si sentirà coinvolto e parte integrante di questo unico spettacolo.

Dopo aver ospitato le proiezioni di Emil Schult (che ha creato i disegni grafici per le copertine dei Kraftwerk) e Mick Haggerty (graphic designer di David Bowie e The Rolling Stones), questo appuntamento vede protagonista un altro grande Artista, Michel Granger, e le proiezioni dei suoi lavori e delle sue opere, immagini sono state selezionate personalmente dall’artista per la serata di Brescia.

L'artista francese Michel Granger
L’artista francese Michel Granger

Michel Granger è un artista francese di fama mondiale, famoso per i suoi dipinti, ma soprattutto per aver realizzato le copertine di ‘Oxygene’ e ‘Equinox’, album seminali di Jean-Michel Jarre, uno dei pionieri della musica elettronica, che hanno venduto più di 20 milioni di copie.

Nato nella cittadina francesce Roanne il 13 ottobre 1946. Dopo una prima esperienza professionale come designer di mobili, Michel si laurea alla Beaux-Arts di Lione e si trasferisce a Parigi nel 1969. La sua notorietà arriva molto rapidamente dal 1975 al 1985, la sua arte lo porta in giro per il mondo: Stati Uniti, Colombia, Giappone, Germania, Polonia. Fondamentale è l’incontro con il musicista e compositore Jean-Michel Jarre, che rimane affascinato dal suo lavoro.

Michel si definisce un artista visivo, un artista creativo di sogni… la sua rivoluzione artistica ruota attorno alla terra, a questa famosa sfera blu che è diventata l’emblema del suo lavoro. Affascinato da questo globo in sospensione, e sensibile ai problemi ecologici, Michel offre una moltitudine di immagini del nostro pianeta in costante evoluzione, collegate al suo modo di guardare l’umano, la vita. La sua frase “Non dobbiamo uccidere la terra, non sapremo dove seppellirla” è famosa.

Oxygene di Michel Granger
Oxygene di Michel Granger

Il lavoro di Granger è implementato artisticamente in varie forme, inclusi i francobolli per le organizzazioni internazionali UNO e UNESCO. Il massacro di Tiananmen del 1989 è stato un evento che ha avuto un impatto speciale sul suo lavoro. Granger ha iniziato a dipingere con i carri armati come segno di protesta. Nell’anno 2015 Michel Granger inizia con “Herbarium”. Un progetto in cui l’artista lavora con tronchi, ramoscelli e un rullo compressore. Il ciclo rappresenta un ulteriore sconvolgimento artistico, perché qui il pittore pone il tema della deforestazione al centro del suo lavoro. Le sue opere raggiungono una grande profondità grazie ai materiali utilizzati e ad una tecnica sorprendente di sovrapposizione di strati di collage e al loro senso di lettura.

L’evento avrà inizio alle ore 19.00 presso Laboratorio Lanzani, a Brescia, un posto in cui la creatività si manifesta liberamente, dove si respira ancora l’aria del laboratorio, quello in cui la vera protagonista è la sperimentazione. Un ambiente stimolante, uno spazio permeato da arte e creatività, dove niente è fisso e tutto asseconda il mutamento fino alla cucina e al ristorante, dove ogni dettaglio riceve l’attenzione che merita. Durante la serata verrà inoltre presentata, con un live dimostrativo, l’applicazione Jam, ideata dal team di Clockbeats e che sta avendo un grosso successo tra i giovani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *