Vittoria finale di Lucini nel torneo di Offanengo, riservato alla 2ª categoria. Nella ricorrenza del 50° anno di attività, il Tennis Club Offanengo ha festeggiato un bellissimo torneo che ha visto sui propri campi ben 125 tennisti, superando il record di iscritti nei tornei organizzati dallo stesso circolo cremasco e nonostante il Covid-19 tutto è andato bene e con il pubblico presente che ha rispettato le direttive attivate.

A caldo abbiamo sentito le parole del presidente del Circolo offanenghese Giandomenico Bonizzi: Sono molto fiero di aver centrato con successo questo torneo, ben organizzato nei minimi dettagli e che ha avuto ai nastri di partenza 125 tennisti di altissimo livello e con la presenza di giovani futuribili che hanno onorato con impegno e correttezza i 124 incontri con del buon tennis.

Il torneo è stato suddiviso in 3 categorie; hanno iniziato i 4ª categoria con 58 iscritti che hanno visto incontri di buon livello e le sorprese rappresentate dal circolo locale, ovvero i giovani Mecheroni e Barbaglio che hanno centrato le qualificazioni al tabellone di 3ª categoria unitamente alla sorpresa rappresentata da Riccardo Denti, reduce da 2 anni di inattività, che è riuscito ad arrivare sino al 3° turno del tabellone di 3ª categoria; entrando in scena con altri 42 iscritti ed in questo torneo il livello si è notevolmente alzato e che ha visto la partecipazione di giovani dalle ottime qualità tecniche e soprattutto molto corretti nel fair-play.

In questo caso ottimo è lodevole il comportamento del cremonese Bianchi che al tie-break ha fatto il punto toccando la rete e che l’ha visto soltanto lui, ma onestamente ha concesso il punto al suo avversario venendo così premiato dal pubblico che gli ha attribuito un grande applauso per la correttezza dimostrata.

Infine sono entrati in scena i big per il torneo di 2ª categoria che ha avuto ai nastri di partenza 25 iscritti, di cui 8 categoria 2.4 e subito la tecnica e la velocità della palla è aumentata tantissimo. Purtroppo ci sono state sorprese essendo saltate le prime 2 teste di serie vale a dire Alessandro Conca che si è dovuto ritirare per infortunio e Manuel Massimino categoria 2.4 e prima testa di serie dell’Ambrosiano Milano che ha dovuto cedere nei quarti di finale ad Enrico Berta cat. 2.4 del Tennis Guidizzolo Mantova in un incontro che aveva già nelle sue mani ma dove l’esperienza del mantovano ha ribaltato ogni pronostico, imponendosi per 1-6 6-4 e 10-8 nel set decisivo; mentre il varesino Maurizio Speziali cat. 2.4 ha fatto sudare le 7 proverbiali camicie al cremonese Riccardo Mascarini cat. 2.4 e dopo una lunga battaglia ha visto imporsi il portacolori della Canottieri Bissolati per 3-6 6-1 e 10-4 nel set decisivo.

Nel 3° quarto di finale Federico Lucini cat. 2.4 della Selva Alta Vigevano ha battuto il regolarista Andrea Dell’Asta cat. 2.4 del Tennis Como con il punteggio finale di 6-3 6-2 ed infine nell’ultimo quarto di finale Filiberto Fumagalli cat. 2.4 del Tennis Club Bergamo giovane di belle speranze ha ceduto all’italo-romeno Marcellino Ferraiolo cat. 2.6 del Tennis Club Parabiago con il punteggio di 6-2 6-4.

Le due semifinali non sono state belle e hanno visto imporsi Mascarini su Berta per 6-2 6-1 che non è mai entrato in partita, mentre nella seconda semifinale Lucini ha inflitto un pesante 6-1 6-0 a Ferraiolo che non ammette replica.

In finale quindi sono arrivati i migliori; da una parte il cremonese 22 enne Riccardo Mascarini e dall’altra parte della rete il vigevanese 20 enne Federico Lucini. I due giocatori hanno disputato un match di altissimo livello con giocate degne di una buona finale. L’incontro ha visto subito una buona partenza di Mascarini e che si è imposto per 6-3, mentre nel 2° set il cremonese ha allungato sino al 3-1 ma qui si è spenta la luce e Lucini ha preso fiducia rifilando 5 giochi consecutivi pareggiando il match. Si è andati dunque al tie-break lungo e qui Lucini ha continuato a macinare il proprio gioco sino ad arrivare sul 6-1, ma a questo Mascarini si è ripreso e ha agganciato il rivale sul 6 pari. Alla fine la calma e la lucidità di Lucini gli ha regalato la vittoria aggiudicandosi il set decisivo per 10-6 finendo tra gli applausi del pubblico presente.

Le premiazioni fatte sul campo di gara dal presidente Giandomenico Bonizzi ed il suo staff al completo ha visto la presenza del Sindaco di Offanengo Gianni Rossoni ed il presidente del settembre offanenghese Tarcisio Bonizzi che ha ricordato due soci del circolo locale venuti a mancare quest’anno e ha ringraziato tutti per l’ottima riuscita della manifestazione, ha promesso per il prossimo anno un torneo più alto di classifica ed infine ha ringraziato gli sponsor che hanno sostenuto il torneo e l’amministrazione comunale per i trofei offerti e con il sindaco Gianni Rossoni sempre presente alle gare e che in persona ha voluto ringraziare il Tennis Offanengo ed il consiglio direttivo per l’ottima organizzazione e per il bel tennis visto sui campi.

Infine un grazie è andato al giudice arbitro Oliviero Caravaggi sempre presente, pronto ed attento a qualsiasi situazione e ben coadiuvato dai fratelli Bonizzi che a fine serata sono stati premiati per l’impegno e la disponibilità.