Tempo di lettura: 2 minuti

Tizzano Val Parma, Parma. Gimmy ed Artù sono due asini che accompagneranno il trekking da Tizzano Val Parma a Schia   lungo le antiche vie che collegavano le due località domenica 13 ottobre, percorse nei tempi antichi da viandanti e pellegrini, a passo lento per una giornata dedicata al cammino per tutta la famiglia. Di carattere mite, benevolo, umile ma tenace, l’asino è un elogio alla lentezza. Una bestia considerata a torto di basso profilo è invece un animale delle mille qualità da scoprire.

Il cammino lento, dettato dagli asini, darà la possibilità di avvicinarsi al territorio in una forma nuova e poter scoprire, immersi nel verde delle vallate, un nuovo modi di vivere un’avventura. docile, saggio e tenace sono solo alcune delle qualità dell’asino, uno degli animali al fianco all’uomo da tempi remoti, molto diffuso soprattutto in montagna, poi quasi completamente dimenticato, è stato riscoperto di recente come meraviglioso compagno di avventure.

Un’esperienza intensa, a contatto con la natura e con questi straordinari animali, ecco il programma e le info:

Grado di difficoltà: Escursionistico (E) – Dislivelli +600m; – 200m, distanza 7 km – Tempo di percorrenza: 6 ore

Ritrovo: Domenica 13 Ottobre 2019 ore 9.30 c/o Agriturismo Casanuova a Tizzano Val Parma (PR), strada di Carobbio 11 – Rientro previsto per le ore 17:00

Attrezzatura richiesta: Scarponcini da trekking, pantaloni lunghi, borraccia, zaino con pranzo al sacco

Organizzatore e Guida: Diadorim Saviola (Guida Ambientale Escursionistica)

Costi: 10 € adulti e bambini, prenotazione obbligatoria: Cell. 3491613984 mail: diadorim.saviola@libero.it

Servizio navetta, incluso nella quota di partecipazione, da Schia a Tizzano (agriturismo Casanuova) per il ritorno. Il camping Schia e l’agriturismo Casanuova offrono servizio di B&B, pocket lunch e cena, se interessati contattare direttamente le strutture: info@campingschia.it e agriturismocasanuova@libero.it , prenotazione obbligatoria almeno 24 h prima

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *