Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Questi sono stati i temi trattati in un’apposita serata al cinema Chaplin di Cremona, da sempre impegnato nel proporre cinema di qualità, nonostante le difficoltà e il disinteresse da parte delle istituzioni pubbliche.

La serata, come ha precisato il titolare del cinema Giorgio Brugnoli, rientra in un ciclo di 13 proiezioni, in programma ogni martedì alle ore 21 fino al 18 dicembre, dal titolo “Sulla strada, documentari sull’Italia che non conosci”, realizzato grazie alla collaborazione di Olivia Barbieri e Alessandro Scillitani.

Una situazione critica e confermata dal Direttore del Museo del lino Fabrizio Merisi, che ha fatto anche il punto della situazione in merito al contenzioso in corso tra l’Amministrazione Comunale di Pescarolo ed Uniti, presenti in sala il sindaco Graziano Cominetti con alcuni consiglieri, e il Museo stesso del quale è Direttore.

Però la cosa” – ha evidenziato Merisi – “va vista non solo limitata al nostro territorio, ma in un contesto più ampio per il quale lo stesso è impegnato nell’organizzazione di un convegno, con la presenza di esponenti del settore e dei Musei etno-antropologici, per parlare delle loro problematiche e del futuro di questo importante patrimonio che raccoglie la vita di un tempo“.

Merisi ha confermato la disponibilità del Sindaco Graziano Cominetti a partecipare all’iniziativa per dare il proprio contributo al dibattito. In merito al futuro ha anche parlato della necessità di un ricambio generazionale, ricordando il promotore dell’iniziativa, Casimiro Becchi, dal dopoguerra iniziatore della raccolta di oggetti e documenti, che poi si sono concretizzati, grazie alla disponibilità di un buon gruppo di giovani del tempo, nel Museo attuale e che si trovavano già allora a lavorare, con lo stesso obiettivo, nell’ambito della Biblioteca Comunale.

Un ricambio in merito al quale il Direttore Merisi ha espresso le sue preoccupazioni sulla continuità dell’attenzione che ha caratterizzato il lavoro fatto in questi anni con i suoi collaboratori, per la conservazione sia dei tessuti, che degli articoli di legno. Una esposizione nella quale l’estetica è sempre stata determinante per fissare un percorso attraverso il quale ci sia il coinvolgimento del visitatore, un confronto che possa far vivere i pezzi esposti nel raccontare la loro funzione.

All’intervento d’apertura di Brugnoli Giorgio, era seguita poi la presentazione da parte del figlio Michele di un importante iniziativa, riguardante il territorio di Genivolta, per il quale era presente, tra gli sponsor dell’iniziativa, il Presidente della Pro Loco, Laura Lazzari che passava poi la parola ai giovani promotori Cosimo Di Giacomo e Cinzia Brambilla che rivolgevano un invito ai presenti, attraverso anche la proiezione di un breve filmato, ad una campagna, aderendo a “sostieni.link/19387” a sostegno del loro progetto “Being There” e cioè vivere in cascina e che si concretizzerà nei giorni 27 e 28 ottobre, in una mostra fotografica presso l’ex filanda in via Delma, unitamente ad una pubblicazione su tre cascine del territorio di quel comune.

La serata si è poi conclusa con gli applausi alla proiezione dei due documentari proposti dal Museo del Lino e realizzati da Fabrizio Merisi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *