Mantova – Dal 29 maggio al 2 giugno è in programma la 3° edizione del Mantova Chamber Music Festival “Trame Sonore a Palazzo”. Oltre 100 eventi nei luoghi d’arte tenuti da 150 musicisti di fama internazionale.

Sono già disponibili in prevendita i vari tipi di pass per poter partecipare a questa rassegna del Mantova Chamber Music Festival: si va dal “Premium” che include 25 concerti e l’ accesso a Palazzo Ducale a 115 euro (120,50 con la visita alla camera degli Sposi), al “Daily”  che comprende 6 concerti in una giornata e l’ingresso a Palazzo Ducale a 30 euro (30,50 con la visita alla camera degli Sposi), all’One, un singolo concerto con accesso al Ducale a 9,50 euro (15 con la visita alla camera degli Sposi).

Il concerto inaugurale e tutti i concerti alla Rotonda di San Lorenzo sono ad ingresso libero. A Ca’ degli Uberti e al Bibiena il singolo evento costa 5 euro (ad eccezione dell’operina e del concerto finale, cui si accede rispettivamente con biglietto da 10 e 15 euro). Al Ducale, anche per i concerti a fruizione libera, resta necessario l’acquisto del biglietto del museo.

locandina_mcmf15Da tradizione, il Festival sviluppa una ricca offerta di appuntamenti: proposte musicali si combinano e si intrecciano con incontri e percorsi di visita a monumenti unici al mondo, che fanno di Mantova esempio di città rinascimentale riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’umanità. I concerti che allieteranno il lungo ponte della Festa della Repubblica si snodano lungo il Percorso del Principe che collega i palazzi Ducale e Te; concerti, conferenze e itinerari culturali tra Teatro Bibiena, Rotonda di San Lorenzo, Basilica di Santa Barbara e Ca’ degli Uberti. In abiti informali e in stretto contatto con il pubblico, i musicisti proporranno un variegato alternarsi di brevi momenti d’ascolto, pensati per coinvolgere sia appassionati che turisti curiosi, che vi si imbatteranno un po’ per caso.

L’apertura del Festival, a ingresso libero, è in calendario la sera di venerdì 29 maggio con un concerto del celebre Quartetto Hermès, nella stupenda Sala degli Specchi. Si scenderà, quindi, in Santa Barbara, dove il soprano Gemma Bertagnolli e l’organista Michele Barchi proporranno musiche di Monteverdi e Merula, introducendo all’ascolto del mozartiano “Exultate, jubilate!”, che Bertagnolli realizzerà con l’Orchestra da Camera di Mantova, diretta da Umberto Benedetti Michelangeli.

Anche nei giorni successivi, Santa Barbara sarà tappa del circuito musicale, grazie agli interventi, tra gli altri, del Coro da Camera Ricercare Ensemble. Dal 30 maggio al 2 giugno, saranno a Mantova, tra gli altri, Alexander Lonquich (artista residente), Giovanni Sollima, Nicola Altstaedt, Carolin Widmann, Michel Dalberto, Emilia Fadini, Trio Modigliani, Antonio Ballista, Andrea Luchesini, Quartetto del San Carlo di Napoli, Bruno Canino, Luigi Attademo, Gabriele Carcano, Trio Gaspard, Olaf Laneri, Hèsperos pino trio, Filippo Gamba, QuartettOcmantova, Cristina Barbuti, Markus Daeunert, Quartetto Nous, Ivan Rabaglia.

Protagonista principe dell’edizione sarà Ludwig van Beethoven, di cui verranno proposte l’integrale delle Sonate per pianoforte e violoncello, Trii e Quartetti, Sonate per violino e pianoforte. A Johann Sebastian Bach sarà dedicato un percorso monografico che prevede l’esecuzione del ciclo dei Concerti Brandeburghesi, oltre a Partiture e Suite per strumento solo.

La sezione “Altre camere, altre musiche” accoglierà invece proposte di confine, a cancellare rigidi steccati e barriere preconcette: klezmer, world music e tango si affacceranno sulla scena a fianco della classica. Infine, l’operina “La serva padrona” di Pergolesi concorrerà a caratterizzare in maniera originale la programmazione e ad ampliare gli orizzonti della cameristica. E così tutti troveranno eventi tagliati su misura per una fruizione leggera e intergenerazionale.

In allegato il programma degli eventi.