È il più grande appuntamento dedicato alla cinematografia di montagna, dal 1952 ad oggi, la storia del Trento Film Festival si è intrecciata alla storia della montagna e dell’alpinismo, facendolo diventare un vero e proprio laboratorio sulle culture delle terre alte, sempre pronto ad esplorare i cambiamenti nel modo di vivere la montagna e l’avventura.

Il Trento Film Festival c’è! Gli organizzatori, con la stessa caparbietà con cui si affrontano le scalate, hanno deciso di rinviare e non annullare la 68ª edizione del Festival che avrebbe dovuto aver luogo dal 25 aprile al 3 maggio, e invece si terrà dal 27 agosto al 2 settembre.

L’emergenza sanitaria in corso imporrà nuove narrazioni e nuovi strumenti, che sono in corso di valutazione, per continuare a raccontare le culture di montagna, il senso del limite come ripensamento dei nostri modelli di vita e di sviluppo, il rapporto tra uomo e natura.

Nato come 1° Concorso Internazionale della Cinematografia Alpina, appendice del 64° congresso nazionale del CAI, nel 1955 diventa ufficialmente Festival e, alla montagna, si aggiunge la categoria dell’esplorazione, per poi allargare nuovamente il raggio di azione nel 1989, una volta ribattezzato Filmfestival Internazionale Montagna Esplorazione Avventura.Ogni anno il Trento Film Festival presenta i migliori documentari, film di fiction e cortometraggi che hanno per scenario montagne e regioni estreme del mondo e raccontano il rapporto affascinante e complesso tra uomo e natura, promuovendo la conoscenza e la difesa dei territori, approfondendo i legami con popoli e culture, celebrando le grandi e piccole imprese alpinistiche e degli sport di montagna.

“Due parole che rappresentano i pilastri fondativi del Festival: non a caso, declinate al plurale”, dice Mauro Leveghi, Presidente del Festival. “La montagna, infatti, è da sempre un concetto ricco di significati e sempre di più un luogo che viene vissuto, conosciuto e attraversato in molti modi diversi. Il Festival è stato e vuole essere uno spazio dove questa diversità trova casa e viene raccontata, tramite ogni sorta di strumento, linguaggio ed espressione artistica”.

In attesa della nuova edizione, perché tutto andrà bene, il Trento Film Festival propone #Casabase: la nuova piattaforma di streaming del Trento Film Festival. Un uovo servizio di streaming che il Trento Film Festival mette a disposizione gratuita di tutti gli appassionati di cinema e culture di montagna. In #Casabase si possono trovare film e documentari proiettati nelle passate edizioni del Festival. I film saranno disponibili per un periodo limitato: controllate sempre la disponibilità dei titoli e le nuove uscite, in modo da programmare il vostro personale “cineforum domestico”.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.