“Il percorso di cura della paziente con tumore mammario è spesso lungo e impegnativo e richiede una stretta collaborazione tra la persona assistita e team medico. Per ottenere i migliori risultati è importante l’aderenza completa alle terapie, cioè rispettare tutte le indicazioni mediche siano esse farmacologiche, dosaggio giusto nei tempi giusti, e non farmacologiche: raccomandazioni dietetiche, di stili di vita esami periodici di controllo”. Lo si legge in una nota diffusa dal Regina Elena di Roma.

A un incontro allIstituto nazionale Tumori Regina Elena, dal titolo ‘L’aderenza alla terapia della paziente con carcinoma mammario: come supportare paziente e caregiver’, si è discusso degli strumenti che possono agevolare e favorire l’adesione alle terapie.

La vera novità è l’arrivo della utilissima Pink app. Una applicazione a cura dell’oncologa Ire, Alessandra Fabi, Daniele Alesini dell’ospedale Belcolle di Viterbo, e Isabella Bertazzi, coordinatore infermieristico Ire, che si rivolge alle donne che stanno seguendo una terapia orale per il trattamento del carcinoma della mammella.

L’incontro è caratterizzato da un approccio pratico e lascia spazio per il confronto e la discussione a tutte le professionalità coinvolte nella gestione della paziente: dagli oncologi agli infermieri ai psico-oncologi. Ampio spazio anche all’esperienza dei pazienti attraverso le associazioni di volontariato. Apertura dei lavori a Francesco Cognetti, direttore della Oncologia Medica 1.