Tempo di lettura: < 1 minuto

Apre il 28 febbraio lo sportello della misura “Incentivi finanziari per le imprese turistiche” promossa dal Ministero del Turismo e gestita da Invitalia, volta a favorire gli interventi di riqualificazione delle strutture del comparto.

Sono interessati a presentare domanda alberghi, agriturismi, complessi fieristici e congressuali, stabilimenti balneari, terme, porti turistici e parchi tematici, anche acquatici e faunistici.

Sono previste due forme di incentivo: un credito d’imposta fino all’80% delle spese, cedibile a soggetti terzi, un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese, per un importo massimo di 40.000 euro (questo limite può essere aumentato a 100.000 euro in presenza di particolari requisiti legati a digitalizzazione, imprenditoria femminile e giovanile, mezzogiorno).

Rientrano nella tipologia di intervento finanziabili: l’incremento dell’efficienza energetica delle strutture, la riqualificazione antisismica, l’eliminazione delle barriere architettoniche, interventi edilizi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, la realizzazione di piscine termali, spese per la digitalizzazione delle strutture turistiche, nonché l’acquisto di immobili e arredi.

Le domande possono essere presentate dal 28 febbraio al 30 marzo 2022 attraverso la piattaforma web di Invitalia. I contributi saranno assegnati secondo l’ordine cronologico di presentazione.