Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Al centro della pianura, vestita di primavera, il magnifico maniero e il suo borgo pronti ad accogliere il “turismo rurale” domenica 28 aprile, l’appuntamento annuale dedicato alle eccellenze dei territori, ormai alla sua 5° edizione.

Il turismo rurale è al centro dell’edizione di quest’anno, un’esperienza alla scoperta della cultura e del paesaggio di Brescia e Provincia.

Il turismo rurale è una forma di turismo in costante crescita, una modalità che cerca mete alternative, lontane dalla caotica vita quotidiana, un modo per stare in contatto con la natura e riconnettersi a ritmi più lenti, più umani.

Il Salone nasce per dare valore ai territori che compongono l’ampia, variegata e multiforme provincia di Brescia. Accanto a territori più conosciuti, ne esistono altri meno conosciuti, ma non per questo con minore valore storico, paesaggistico, artistico, gastronomico e vitivinicolo.

Il “turismo rurale” comprende le varie forme di turismo direttamente connesse alle risorse rurali, ovvero tutte quelle forme di turismo in cui la “cultura rurale” rappresenta la componente più importante. Le risorse della ruralità sono costituite dall’agricoltura e dai suoi prodotti, dalle aree verdi e dalle zone protette, dall’artigianato, dai patrimoni culturali e artistici presenti nei paesi e nei piccoli centri delle aree rurali.

Un processo di creazione di valore attraverso il turismo che si basa sull’interazione di più attori e sulla combinazione di un insieme di risorse, specifiche del patrimonio locale rurale. La vitalità economica e sociale di un territorio rurale è quindi legata indissolubilmente all’agricoltura e al turismo, che permettono la produzione e rigenerazione spontanea dei capitali rurali e culturali del territorio.

Il programma.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *