Tempo di lettura: 3 minuti

Domenica 30 aprile come deciso, sentite le ultime previsioni del meteo, si è confermato il via all’iniziativa e, di conseguenza, gli addetti ai lavori si sono affrettati a preparare il tutto per il giorno successivo, primo Maggio, e già al mattino presto tutto era è pronto per accogliere i partecipanti all’iniziativa. Complessivamente si sono presentati all’Oratorio 140 persone tra le quali 30 bambini.

Dopo la colazione con caffè e brioche cominciava a formarsi il gruppo che, alle nove si muoveva da piazza Garibaldi. Davanti la macchina dei carabinieri, che ha dato sicurezza nei vari incroci del paese fino a quello con la SP33, poi era l’avisino Caprini Franco a fare da battistrada. L’ammiraglia, che portava le bandiere dell’AVIS, apriva il gruppo, alla guida l’avisino Anselmi Angelo, chiudeva il gruppo la macchina guidata da Tonarelli Agostino.

Cosi si arrivava a Pieve Terzagni verso le 10.00. I primi pievani a darci il benvenuto erano l’Antonietta e, davanti alla chiesa, la Carolina che aveva appena aperte le porte considerato che l’appuntamento era per le 10.30.

L’incarico di guida era stato concordato con la Presidente del Museo Mariotti Stefana che si presentava, giustamente, nel rispetto dell’orario programmato. Nell’attesa, erano i sacerdoti presenti a intrattenere gli ospiti, prima Don Thomas e, successivamente Mons. Attilio, che forniva alcuni dati storici sull’edicola votiva della Madonna del Buon Consiglio, facendo riferimento a una nota rilasciata dal nostro storico Sergio Calda.

Era poi la Stefana a completare le notizie, facendo esclusivo riferimento alla sua memoria, ricca di date e interessanti notizie spicciole, riguardanti la chiesa, l’edicola votiva e Castelnuovo del Vescovo. Il ritrovo in chiesa proseguiva con la visita del mosaico che ricopre buona parte del presbiterio ed è spesso visita di persone singole e comitive provenienti da tutto il Nord Italia.  La permanenza a Pieve si concludeva all’edicola votiva, realizzata all’incirca nel 1895 sull’allora fiume Aspice, ai lati della comunale che va verso Gabbioneta.

Il gruppo poi si ricompattava per il rientro a Pescarolo, annullata la sosta a Castelnuovo del Vescovo per il timore della pioggia, si arrivava in piazza Garibaldi con alcuni ombrelli aperti. Ma, fortunatamente, la vera pioggia è cominciata quando tutti ormai avevano trovato posto nel teatro e dove, volontari e volontarie, avevano preparato il posto a tavola per tutti.

Dopo i saluti di Mons. Attilio, che doveva assentarsi per altri impegni, via al servizio al banco, dove i commensali potevano servirsi , scegliendo tra la vasta gamma delle prelibatezze esposte e preparate da bravissime esperte dei fornelli, nel rispetto di qualità e genuinità, poi confermate dal fatto che il lungo tavolo, dove erano esposte le varie offerte, si vuotava in breve tempo e più veloce ancora lo è stato al momento di gustare i dolci. Così con la soddisfazione da parte di tutti i volontari che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa si concludeva la camminata di primavera.

Ora – ci precisa Mariani – l’attività dell’AVIS continua con l’iniziativa pro UNICEF bambini con la vendita delle orchidee che si svolgerà nella mattinata di domenica 7 maggio in piazza Garibaldi, mentre a Pieve Terzagni, presso la Casa Parrocchiale, si svolgerà la prima “giornata della salute” con controllo di glicemia, colesterolo e pressione arteriosa; la seconda giornata si svolgerà a Pescarolo nella mattinata di domenica 14 maggio“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *