Trentino – Il 19 luglio, 2 e 16 agosto, dalle 17 alle 18 i volontari dell’associazione Anastasia aprono gratuitamente al pubblico numerose chiese e illustrano ai visitatori le opere raffiguranti l’Ultima cena.

L’iniziativa, a cura del Museo Diocesano Tridentino e dell’Associazione Anastasia, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, oltre a creare una virtuale continuità tra museo e territorio, intende valorizzare l’arte capillarmente diffusa nelle chiese della provincia, contribuendo a promuovere un rinnovato turismo di qualità.

Il visitatore ha a disposizione una selezione dei più significativi esempi di iconografie dell’Ultima cena suddivise per aree geografiche. La selezione delle opere  è stata operata sulla base della documentazione raccolta durante l’attività di inventariazione informatizzata dei beni artistici e storici dell’Arcidiocesi di Trento. Il progetto, promosso a livello nazionale dalla Conferenza Episcopale Italiana e attuato a livello locale in collaborazione con la Soprintendenza per i beni storico artistici della Provincia autonoma di Trento, ha portato in circa sei anni (2005-2011) alla realizzazione di più di 124.000 schede inventariali con relative foto digitali. In un’ottica di valorizzazione del patrimonio culturale territoriale, la banca dati dell’Inventario diocesano rappresenta una preziosa fonte di informazioni inerenti la storia locale, la storia della Chiesa e la storia dell’arte.

Gli itinerari a tema, le indicazioni utili per visitare le chiese (orari, località, etc..) sono stati raccolti in un pieghevole di agile consultazione, corredato da immagini e da brevi testi di descrizione. Nella brochure, oltre a 25 dipinti raffiguranti l’Ultima cena, sono stati segnalati altri siti di interesse artistico e culturale: si tratta di chiese e musei di particolare importanza sotto il profilo storico artistico, dei quali vengono riportati orari di apertura e modalità di accesso.

  • Valle dell’Adige e altopiano della Paganella
    • Antonio Longo, Comunione degli apostoli – Aldeno, Chiesa di San Modesto
    • Carl Henrici, Comunione degli apostoli – Trento, Museo Diocesano Tridentino
  • Vallagarina
    • Pittore di ambito locale, Ultima cena – Molveno, Chiesa di San Vigilio
    • Gaspare Rotaldo e bottega, Ultima cena – Volano, Chiesa di San Rocco
    • Girolamo Costantini, Istituzione dell’Eucaristia – Isera, Chiesa di San Vincenzo
    • Luigi Amistani, Comunione degli apostoli – Pilcante (Ala) Chiesa di San Martino
  • Alto Garda e Ledro
    • Dioniso Bonmartini (attribuito), Ultima cena – Caneve (Arco), Chiesa di San Rocco
    • Pittore di ambito veronese, Ultima cena – Prabi (Arco), Chiesa di Sant’Apollinare
    • Ferdinando Valdambrini, Ultima cena con committente – Tiarno di Sotto (Ledro), Chiesa di San Bartolomeo
    • Carlo Gaudenzio Mignocchi (attribuito), Ultima cena – Tione di Trento, Chiesa di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista
  • Valli Giudicarie, Rendena e del Chiese
    • Cristoforo Baschenis, Ultima cena – Pergnano (San Lorenzo in Banale), Chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano
    • Cristoforo Baschenis (attribuito), Ultima cena – Borzago (Spiazzo), Chiesa di Sant’Antonio Abate
    • Antonio Baschenis (attribuito), Ultima cena – Carisolo, Chiesa di Santo Stefano Protomartire
  • Val di Non
    • Jacopo Marieschi (attribuito), Ultima cena – Storo, Chiesa di San Floriano
    • Gasparantonio Baroni (attribuito), Ultima cena – Pavillo (Tassullo), Chiesa di San Paolo nuova
    • Maestro di Sommacampagna, Ultima cena – Pez (Cles), Chiesa di San Vigilio
    • Pittore di ambito locale, Ultima cena – Preghena (Livo), Chiesa di Sant’Antonio
    • Pittore di ambito lombardo, Ultima cena – Baselga (Bresimo), Chiesa dell’Assunzione
  • Val di Sole
    • Giovanni Angelo Valorsa, Ultima cena – Cogolo (Peio), Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo
    • Antonio Vanzo (attribuito), Comunione degli apostoli – Samoclevo (Caldes), Chiesa di San Vigilio
  • Valli di Fiemme, Fassa e Cembra
    • Giuseppe Alberti, Comunione degli apostoli – Cavalese, Chiesa di Santa Maria Assunta
    • Antonio Longo (attribuito), Comunione degli apostoli – Varena, Museo Casa natale Antonio Longo
    • Pittore di ambito tirolese, Ultima cena – Moena, Chiesa di San Volfango
    • Pittore di ambito tirolese, Ultima cena – Doss di San Leonardo (Lisignago), Chiesa di San Leonardo
  • Tesino
    • Pittore di ambito veneto, Ultima cena e donatori – Castello Tesino, Chiesa di Sant’Ippolito

L’Ultima cena è uno dei soggetti iconografici più diffusi dell’arte sacra e si distingue da altri episodi evangelici per il suo alto significato mistico e simbolico. Negli edifici di culto trentini si conserva un cospicuo patrimonio di dipinti a tema realizzati dal XV al XX secolo (all’incirca 180), spesso poco conosciuti ma assai interessanti per varianti iconografiche ed eterogeneità di ambiti culturali: si passa dai più antichi affreschi del Maestro di Sommacampagna e dei Baschenis, alle tele con la Comunione degli apostoli della tradizione veneta o della scuola pittorica di Fiemme.

1 commento

Comments are closed.