Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Tre giorni per lasciarsi rapire dalla suggestiva atmosfera del colle Cidneo prima della festa di fine estate. Inizia venerdì l’ultimo weekend al Giardino dell’Eden:

Venerdì 1 settembre alle 21 si potrà assistere alla proiezione di Arrival, di Denis Villeneuve, un film che vuole essere una riflessione sul “ruolo che la comunicazione svolge nella relazione col diverso, sull’importanza della comprensione e della compassione, sulla necessità di un dialogo che vada oltre le barriere linguistiche proprio mentre il mondo, preda di un’isteria collettiva, è ansioso di dichiarare una guerra globale”.

Quando un misterioso oggetto proveniente dallo spazio atterra sul nostro pianeta, per le susseguenti investigazioni viene formata una squadra di élite, capitanata dall’esperta linguista Louise Banks. Mentre l’umanità vacilla sull’orlo di una Guerra globale, Banks e il suo gruppo affronta una corsa contro il tempo in cerca di risposte – e per trovarle, farà una scelta che metterà a repentaglio la sua vita e, forse, anche quella del resto della razza umana. A seguire, al termine della proiezione, si potrà partecipare ad una speciale lettura guidata del cielo a cura dell’Associazione Astrofili Bresciana, alla scoperta delle meraviglie della volta celeste.

Sabato 2 settembre, alle 19.15, guidati dall’Associazione Speleologica Bresciana, si potrà partecipare ad una visita speciale ai due piani della Torre Coltrina e al piano superiore della Mezza Torre, analizzando il sistema difensivo della Strada del Soccorso. Per partecipare è necessario prenotarsi chiamando il numero 338.77666222.

Al termine della visita, alle ore 21, prima dell’inizio del film, sul grande schermo del Giardino dell’Eden verranno proiettate le fotografie che nel mese di agosto sono state inviate alla Fondazione Brescia Musei. Perché dove c’è ora Il Giardino dell’Eden c’era un tempo lo zoo. Leoni, zebre, pinguini, giraffe sono state per molti anni protagoniste del Castello e nei ricordi di molti bresciani che si sono fatti fotografare dagli anni 50 agli anni 80.

A seguire si potrà partecipare alla proiezione de la bella e la bestia, la travolgente storia d’amore tra la giovane Belle e la Bestia. Il regista Bill Condon regala una rivisitazione piena di magia con protagonisti in carne e ossa che non ha nulla a che invidiare al film d’animazione del 1991.

A chiudere la programmazione del Giardino dell’Eden, domenica 3 settembre, una vera e propria festa di fine estate. La serata inizierà alle ore 21 con la proiezione di Quijote, un film che ha visto alla regia Mimmo Paladino e vuole essere un omaggio alla straordinaria esposizione curata dall’artista partenopeo in città, alla “sua capacità di alimentare la storia, trasformando i simboli della cultura figurativa del mediterraneo, dagli archetipi al Novecento”.

In occasione del quarto centenario della pubblicazione del romanzo di Miguel de Cervantes, il regista racconta a suo modo, in un percorso che si snoda tra arte, cinema e letteratura, il personaggio di Don Chisciotte, eroe e anti-eroe al tempo stesso. Il film compie un viaggio nell’immaginario del cavaliere, la cui “triste figura” continua a sognare e a far sognare mentre piena di nobiltà e coraggio ingaggia infinite lotte contro mulini a vento.

In gran parte girato a Paduli nell’atelier dell’artista negli spazi e nelle zone circostanti in un raggio di una quarantina di chilometri si avvale come scenografia delle opere monumentali di Paladino. Originali le riprese di alcuni personaggi immobili in primo piano che “parlano” con le loro voci fuori campo. Non manca nulla, il castello di Dulcinea, le pale eoliche moderni mulini a vento, edifici recenti che un sapiente gioco di luci rende spettrali e senza tempo.

Protagonista del film l’inafferrabile Lucio Dalla, nei panni di attore, una delle tante maschere con cui aveva scelto di nascondere l’arte di esistere. Al termine delle proiezione, la serata si concluderà proprio con un tributo a Lucio Dalla ed un concerto, ad ingresso gratuito, a cura della Banda Faber Quintet.

Ma il Nuovo Eden non si ferma: da lunedì 4 settembre si torna al cinema di via Nino Bixio per una nuova stagione ricca di appuntamenti, piacevoli conferme e molte novità.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *