Tempo di lettura: 3 minuti

Padernello, Brescia. Ultimo appuntamento domenicale dell’anno domenica 15 dicembre per l’ultimo Mercato della Terra di Padernello. Sarà un mercato ricchissimo di prodotti e tanti consigli per fare i regali di Natale in anticipo. Dalle 9,30 alle 18, insieme ai produttori della Bassa Bresciana ritroverete diversi Presidi Slow Food provenienti da altre zone d’Italia.

Perché mangiare è molto più che alimentarsi e dietro il cibo ci sono produttori, territori, emozioni e piacere, ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. In questa edizione del Mercato le novità: I Produttori della Lunigiana con il Testarolo, il Pesto, l’Olio e La Marocca di Casola; Le arance di Ribera; Il Presidio SF dell’Aglio di Caraglio; Il Presidio SF del Broccoletto di Custoza; Ruraropoli un progetto in cui SF Bassa Bresciana e partner insieme a SF Brescia.

Nel mercato potrai trovare: laboratori del gusto, tavole della bio-diversità, approfondimenti sulle produzioni e trasformazioni del cibo Progetti a favore di “10.000 Orti in Africa”, cibo di strada. Non un mercato qualunque, ma un luogo di alleanze e di scambi che porta ad un’economia locale diversa, promuove il cibo buono, pulito e giusto del territorio e crea consapevolezza in chi acquista.

A fine anno è ora di bilanci, martedì 17 dicembre alle ore 19.45 è indetta l’assemblea ordinaria dei Soci Sostenitori al Castello di Padernello. La Fondazione Castello di Padernello è al termine di un anno impegnativo, ricco di cambiamenti, ma nel segno della continuità del progetto della Fondazione, dove centrale resta il rapporto con i soci e la condivisione con i nostri volontari.

Oggi la Fondazione è sempre più cosciente di quanto sia importante fare il punto della situazione e sapere chi è per poter capire con maggior consapevolezza la direzione verso la quale ci si vuole muovere. Per questo la Fondazione ritiene fondamentale condividere una serata di riflessione con tutti i suoi soci.

Dopo quasi quindici anni di attività si è reso necessario uscire dalle mura del Castello ed iniziare a lavorare sul borgo di Padernello: un progetto nato alcuni anni fa ed ora in fase di realizzazione. Un altro passo che dimostra ancora una volta che le cose si possono fare, partendo dal basso, partendo dalla gente e dalla voglia di riportare in vita luoghi dimenticati.
Parallelamente proseguono i lavori di restauro del Castello, avvenuti anche grazie al sostegno di molti. Il sentire vicine persone sensibili, che condividono la cultura del “Dono”, sprona la Fondazione Castello di Padernello a continuare questo lungo viaggio nella storia, nell’arte, nell’enogastronomia, alla ricerca di quelle emozioni che sono il vero senso della vita.

Al termine della discussione, del dibattito e delle premiazioni della Borsa di Studio dedicata a Nicola Zanoni, si verrà condotti, attraverso un video, Sui Passi di Giuliano Mauri, il tessitore del bosco.

A seguire un conviviale aperitivo per scambiare gli auguri per le prossime festività. Dopo l’Assemblea sarà possibile ritirare la nuova tessera di Socio Sostenitore. Tutti i soci potranno inoltre ritirare la tessera presso la segreteria della Fondazione fino al 27 Febbraio 2020.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *