Ammontano a 18 milioni di euro le risorse stanziate sul primo bando per il finanziamento dei Contratti di distretto del cibo.

I progetti devono avere un importo compreso fra i 4 e i 50 milioni di euro di investimenti con un’ampia tipologia di spese ammissibili.

Il Contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo sviluppo, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari.

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto per singolo programma di
investimenti con un tetto massimo di 2,5 milioni di euro.

La scadenza per l’invio dei progetti è fissata al 17 aprile 2020 entro le ore 16.00.

Le domande verranno valutate con procedura a graduatoria.