Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Per lo shopping di Natale c’è a Brescia una “buona” idea regalo, fino al 24 dicembre apre lo spazio Natale Emergency  in via Tosio 1. Tantissime proposte e per ogni acquisto dona una doppia felicità: colui che riceve il regalo e un ammalato che riceve le cure di Emergency.

Il negozio e i volontari aspettano il pubblico tutti i giorni dalle 9 alle 19,30 per permettere ai clienti in cerca di buoni pensieri per il Natale di curiosare, acquistare e naturalmente informarsi sull’operato dell’associazione nel mondo e in Italia.Natale Emergency

Inoltre musica ed eventi allieteranno i visitatori sino alla vigilia di Natale. Già sabato 3 dicembre presso il negozio il concerto “rock d’autore” con Omar Pedrini e Giorgio Cordini in programma alle ore 18.

L’apertura di un negozio di Natale è per Emergency uno dei tanti modi per finanziare i centri medici-umanitari sparsi nelle zone di guerra e di povertà, sicuramente non per aggiungere altro “spreco natalizio” che abbonda in questi giornate.  Saranno doni graditi e utili due volte: per chi li riceve e per le persone che Emergency aiuta tutti i giorni nelle strutture ospedaliere, centri di primo soccorso, progetti di aiuto alle donne e agli orfani di guerra. Quest’anno i proventi delle vendite negli Spazi Emergency saranno devoluti al “Programma Italia” di Emergency per garantire  assistenza sanitaria gratuita e di qualità e orientamento ai servizi socio-sanitari a persone in difficoltà: migranti, stranieri, poveri.Emergency sierra leone

Il negozio di Natale è un vero e proprio negozio, ma che fa la differenza è la merce in vendita, si potranno acquistare oggetti provenienti dai Paesi in cui opera Emergency e prodotti offerti da imprese, aziende e negozi che intendono sostenere l’attività umanitaria dell’associazione.

Nel negozio di Natale troverete giocattoli, libri, prodotti di bellezza, bigiotteria, vini, gourmanderie, tessuti, oggetti di design, gioielleria, accessori e abbigliamento di importanti marchi italiani, i gadget di Emergency, l’artigianato afgano con le borse colorate, realizzate a mano dalle donne della cooperativa Silkroadbamiyan, i famosi vetri di Herat, le pashmine e gli scialli ricamati.

Naturalmente per regali aziendali ci sono i cesti natalizi personalizzabili, abilmente confezionati dai volontari.Natale Emergency

Tutto il ricavato dei Negozi di Natale nelle diverse città italiane sarà devoluto al Programma Italia di Emergency che quest’anno compie 10 anni di attività. Proprio a Brescia è stato aperto uno sportello informativo socio-sanitario, in vicolo delle Lucertole, a luglio di quest’anno. Questo progetto, pensato inizialmente per i migranti, si è nel tempo rivolto anche a tanti italiani per i quali, in tempo di crisi, anche un ticket può diventare un ostacolo al diritto alla cura. Emergency ha iniziato a lavorare in Italia nel 2006, aprendo a Palermo, in Sicilia, un Poliambulatorio per garantire assistenza sanitaria gratuita ai migranti e a tutti coloro che ne hanno bisogno.emergency

Nel dicembre 2010, Emergency ha aperto un secondo Poliambulatorio a Marghera (VE). Nel 2011 quattro pullman trasformati in ambulatori mobili hanno portato assistenza sanitaria ai migranti impegnati nell’agricoltura. Nel 2012 Emergency ha aperto a Sassari un ambulatorio che offre servizi di orientamento socio-sanitario; nel 2013 ha aperto un terzo Poliambulatorio a Polistena (RC), in un edificio confiscato alla ‘ndrangheta, in collaborazione con Libera. Programma Italia si è ampliato con l’Ambulatorio a Castel Volturno (CE) e l’Ambulatorio a Napoli.

Da luglio 2013, i medici dell’associzione garantiscono assistenza sanitaria ai migranti che sbarcano sulle coste della Sicilia. Due unità mobili offrono Informazione e prevenzione per le prostitute che lavorano nel casertano (dal 2014) e servizi di orientamento socio-sanitario a Bologna (dall’estate 2015).

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *