Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Mercoledì 3 febbraio, dalle ore 9, la Delegazione ANT di Brescia promuove e organizza per un convegno di natura sociale per riflettere sulla dignità del malato, in contesto ospedaliero o domiciliare, e sulla sostenibilità ambientale dal titolo “Eubiosia ed Ecoubiosia: nutrire la buona vita”.

L’incontro, che si svolge presso l’Auditorium San Barnaba di Brescia, ha l’obiettivo di essere tavola rotonda delle più importanti istituzione bresciane pronte a dare risposte utili sia in campo sanitario sia per il miglioramento della qualità della vita, grazie a innovazioni tecnologiche e green per garantire la buona salute.

Convegno Ant BresciaLa prima parte del convegno, che inizia alle ore 9 e è moderata dalla giornalista Anna Della Moretta (Giornale di Brescia), tratta il tema della “persona” malata al centro delle cure e si pone l’obiettivo di portare a conoscenza la rete di aiuto esistente e possibile di fronte ad una patologia oncologica e terminale. E’ la Presidente di Fondazione ANT, dott.ssa Raffaella Pannuti, ad aprire i lavori parlando del Progetto Eubiosia: l’assistenza socio-sanitaria e domiciliare come elemento fondante per restituire dignità al Sofferente.

Il Responsabile Sanitario di ANT a Brescia, dr. Francesco Baldo, mostra come dal 2001 ad oggi le famiglie che hanno scelto cure domiciliari e palliative sono cresciute esponenzialmente, e come la collaborazione con strutture sanitarie pubbliche e private permette di raggiungere una migliore qualità assistenziale. La dr. Valeria Zacchi, Direttore Sanitario dell’Istituto Ospedaliero Poliambulanza, espone il tema del malato come persona soggetto delle cure e non più semplice oggetto.

La risposta delle strutture sanitarie all’approccio delle cure simultanee, come nuova concezione al supporto assistenziale, è affidata al dr. Vittorio Ferrari, Dirigente I livello U.O. Oncologia Medica Spedali Civili di Brescia. Segue una riflessione sullo stesso tema affrontata dal Direttore del Dipartimento ASSI di ASL Brescia (da qualche giorno denominata ATS), dott.ssa Fausta Podavitte. Un’analisi di carattere anche psicologica del malato prima, durante e dopo la malattia è offerta dal prof. Giuseppe Armocida, Ordinario della Facoltà di Medicina dell’Università dell’Insubria di Varese. Chiude la mattinata la dott.ssa Rosa Elena Albini, Coordinatore Nazionale di SIFO per l’area scientifica, con un intervento su come i farmaci al giorno d’oggi sono diventati per molti vero e proprio cibo, e come per altri versi si è arrivati a curarsi solo con il cibo.

Il convegno riprende alle 14, è moderato dalla giornalista Lisa Cesco e si concentra sull’ambiente quale fattore fondamentale della salute. I protagonisti del dibattito sono i rappresentati principali delle tre realtà bresciane che si occupano di energia, alimentazione e protezione dell’ambiente: per A2A parla di tecnologia avanzata per un’aria sempre più pulita il consigliere d’amministrazione ing. Antonio Bonomo, per Centrale del Latte di Brescia interviene Antonio Fierro, responsabile della Qualità, che presenta una serie di iniziative per la sicurezza in tavola.

La dottoressa Maria Luisa Pastore, Direttore del Dipartimento ARPA, e la dottoressa Donatella Albini, si fanno portavoce delle istituzioni locali quali garanti della salute di cittadini. Interventi anticipati da quelli del prof. Pierluigi Maria Dell’Osso, Procuratore Generale della Repubblica, che illustra la nuova legge sulla tutela ambientale; e di don Gianluca Mangeri, Direttore dell’Ufficio Pastorale della Salute, che parte da un capitolo dell’Enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco Bergoglio intitolato “Conversione ecologica”, che pone l’accento sulla cura dell’ambiente.

CONDIVIDI
Marco Sacchi
Bresciano di origine e residenza, frequenta l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Piacenza dove si specializza in Economia aziendale. Dal 2011 in forza presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *