Tempo di lettura: 1 minuto

Nel testo della Legge di Bilancio attualmente in discussione al Senato è prevista l’introduzione dal prossimo anno di un nuovo incentivo per gli investimenti green.

Il beneficio è diretto a tutte le imprese che realizzano progetti ambientali collegati all’acquisto di beni strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico.

Si tratta di un credito di imposta pari al 10 per cento delle spese sostenute per brevetti, consulenze specialistiche e lavoratori dipendenti, per un importo massimo annuale di 60 mila euro per beneficiario.

I progetti devono contribuire a realizzare uno dei seguenti obiettivi: generare incrementi di produttività a fronte di un minore utilizzo di materie prime, materiali ed energia e una minore produzione di rifiuti; generare ridotte emissioni inquinanti o di carbonio; realizzare utilizzi alternativi dei materiali.

Il credito sarà concesso per gli anni dal 2020 al 2022. Si attende l’approvazione della Legge di Bilancio 2020 per l’entrata in vigore del provvedimento.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *