Tempo di lettura: 2 minuti

a cura di Claudio Leni – Presidente Gruppo Aido Lodrino

Lodrino (Brescia) – E’ sempre bello parlare di “dono” e vedere gli occhi attenti dei bambini che si illuminano: chi non ama ricevere o fare regali?

Certo, capire fino in fondo il tema del “dono” del proprio corpo non è facile alla loro età, ma i semi vanno piantati, se vogliamo che un giorno fruttifichino: questa volta è stato forse più facile e coinvolgente visto che uno dei bimbi presenti aveva un genitore ricevente di un trapianto in vita. Sfortunatamente le liste di attesa sono ancora lunghissime e non tutti riescono ad attendere l’evento…. per questo l’Aido è impegnata in tutti i campi a pubblicizzare e sensibilizzare quanta più gente possibile, perché anche solo una persona salvata è una vittoria morale per tutti.

Anche quest’anno il gruppo Aido di Lodrino ha voluto portare ai bambini di prima elementare un piccolo segno: uno zainetto e un cappellino da utilizzare per le gite scolastiche.

L’intervento è stato possibile grazie alla sensibilità della Dirigente Scolastica Prof.ssa Mariateresa Boniotti che, oltre ad agevolare i rapporti con le insegnanti, si è resa disponibile anche a presenziare all’incontro e di questo la ringraziamo.

Un sentito ringraziamento è doveroso farlo allo sponsor Cassa Padana che ha permesso l’acquisto dei doni offerti: è bello vedere che questa Banca, oltre ai servizi necessari alla propria gestione, ha un occhio di riguardo anche per l’aspetto sociale del territorio nella quale è inserita, contribuendo a queste piccole grandi collaborazioni. Non va infatti dimenticato che quest’anno, grazie a loro, l’Aido ha posizionato sull’altalena del parco giochi un nuovo seggiolino adatto e sicuro per i più piccoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *