Un, due, tre… Festival! – il diritto di contare” è il festival dedicato ai diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e, in particolare, al diritto di tutti gli studenti e le studentesse di partecipare al dibattito sul futuro della scuola, un tema molto attuale in questi tempi di pandemia.

Partito con una serie di eventi preparatori on line, il festival vedrà la sua vera e propria inaugurazione con un convegno pubblico in diretta streaming dal titolo “Povertà al plurale: effetti e dimensioni dell’esclusione sociale nell’educazione”, organizzato dalla Fondazione Villa Montesca di Città di Castello, organizzazione di ricerca educativa partner del progetto, che si terrà venerdì 20 novembre alle 14.30 sul sito 123festival.it in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il convegno intende declinare e in qualche modo attualizzare i contenuti della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza legandoli al tema delle povertà educative anche in una dimensione operativa, alla luce degli eventi recenti (l’emergenza sanitaria) che hanno profondamente trasformato la vita dei bambini, delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze.

“La sfida educativa è un continuo gioco di trasformazione delle difficoltà in risorse, ma per farlo funzionare occorre alzare lo sguardo oltre l’emergenza – afferma Giacomo Petitti di Roreto, Responsabile Educazione e Formazione di Mani Tese- Senza educazione non c’è futuro, ma è vero anche il contrario. Senza una visione condivisa con le ragazze e i ragazzi sul futuro non ci può essere un’educazione capace di generare idee e soluzioni creative ai problemi del quotidiano.”

“Anche se in modalità streaming, dovuta ai tempi che stiamo vivendo, quella del 20 Novembre è una grande occasione di incontro sul tema dell’educare oggi, ma direi anche dell’essere educati, perché il tentativo che si farà è quello di vedere come avrebbe fatto Maria Montessori le dinamiche della povertà educativa  con lo sguardo dei bambini e degli adolescenti” precisa Angelo Capecci, Presidente della Fondazione Villa Montesca.

Un, due, tre… Festival! è promosso da Mani Tese, Fondazione Hallgarten-Franchetti Centro Studi Villa Montesca e Università di Milano-Bicocca, con il supporto di un’ampia rete nazionale formata da scuole ed enti competenti.

Centrato sul tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sanciti dalla Dichiarazione ONU del 1989, il Festival intende prendere in considerazione il tema della povertà educativa nelle sue molteplici forme, che culmineranno in un evento finale in presenza che si svolgerà nella primavera del 2021 a Città di Castello (PG).