Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona- Sarà un giardino d’infanzia rivolto ai bambini dai 3 anni all’età scolare. Musica, natura, arte e alimentazione bio: questi i “pilastri” di una proposta educativa diffusa in tutto il mondo e che ora sarà disponibile anche sotto il Torrazzo.

Un giardino dell’infanzia steineriano è la novità che per l’anno scolastico 2015-2016 si aggiunge all’offerta educativa presente oggi a Cremona nel campo delle scuole per l’infanzia.

Il progetto nasce per libera iniziativa di un gruppo di genitori, educatori e sostenitori che, riconoscendo il valore della pedagogia steineriana, hanno dato vita a Cremona all’Associazione di promozione sociale “Amici della pedagogia Waldorf”. L’hanno dedicata a Emil Molt, proprietario della fabbrica Waldorf-Astoria, che nel 1919 fondò, per i figli dei suoi dipendenti, la prima libera scuola Waldorf, una scuola basata appunto sui principi della pedagogia di Steiner.

Da allora questo nuovo impulso pedagogico è cresciuto, tant’è che oggi le scuole steineriane sono distribuite in tutti i continenti (se ne contano 870 a cui si aggiungono i circa 1700 giardini d’infanzia), a testimonianza della validità di un metodo che si fonda sulle leggi evolutive dell’essere umano, leggi universali a prescindere dai differenti contesti etnici e socio-culturali.

Al cuore della pedagogia del filosofo e pedagogista Rudolf Steiner – uno dei più grandi riformatori del XX secolo – vi è la convinzione di “rispettare il bambino, educarlo con amore e lasciarlo libero”, per fare in modo che egli possa crescere in modo integrale, sui piani fisico, mentale e spirituale. Sua la frase che racchiude il senso della pedagogia steineriana: “Ci sono soltanto tre modi efficaci per educare: con la paura, con l’ambizione, con l’amore. Noi rinunciamo ai primi due”.

“Anche in Italia la diffusione delle scuole steineriane è in continua crescita su tutto il territorio nazionale – afferma Alessandra Mariotti, mamma e vice presidente dell’Associazione “Amici della pedagogia Waldorf” – Abbiamo conosciuto le esperienze nate vicino a noi (Milano, Fidenza (PR), Desenzano (BS), Rodengo Saiano (BS)) e riteniamo sia giunto il momento di offrire anche a Cremona una nuova proposta educativa, in modo che ogni genitore possa scegliere quella che ritiene più adatta alla crescita dei propri figli.”

Da settembre 2015 partirà dunque la prima esperienza di pedagogia Steiner-Waldorf a Cremona: il giardino d’infanzia “La Gemma”, che ospiterà bambini dai 3 anni all’età scolare. A loro verrà proposta l’offerta educativa steineriana in tutta la sua ricchezza, che insiste in modo particolare su attività creative e manuali: creta, acquarelli, gioco spontaneo con giocattoli semplici e per lo più in materiali naturali, la lettura delle fiabe, il canto e la musica, grazie alla quale i bimbi scoprono spontaneamente il loro universo sensoriale.
Nella scuola dell’infanzia “La Gemma” i bambini vivranno in un ambiente agreste, in armonia con la natura, le stagioni, la vita all’aperto, consumando pasti cucinati sul posto con prodotti biologici e biodinamici. “La Gemma “, infatti, sarà ospitata in una porzione appositamente ristrutturata della Cascina Marasco, una bella cascina a corte chiusa sede della Cooperativa Sociale Agropolis.

Il progetto del giardino d’infanzia ha ottenuto piena accoglienza e sostegno per la sua coerenza con i rispettivi principi statutari attenti ai bisogni sociali, dalla Cooperativa Sociale Agropolis Onlus, che è in comodato d’uso gratuito della Cascina, e dall’Ente proprietario della stessa, la Fondazione Città di Cremona.

La presentazione ufficiale della scuola d’infanzia “La Gemma” avverrà ad aprile. Come in tutti i progetti di scuole Waldorf, che non hanno scopo di lucro, la retta annuale è calcolata sui costi vivi di sopravvivenza della scuola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *