Dolcetto o scherzetto? La notte di Halloween si appresta a bussare alle porte di casa, invitando chiunque, senza distinzione di età, a vivere mistero e magia fra le mura di castelli incantati, visite guidate a lume di candela, giochi paurosi, incontri con fantasmi e streghe ma anche ad assaporare i dolci della festa, per un’esperienza da brivido.

Il viaggio nell’orrore prende il via dai suggestivi scenari dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, luoghi per eccellenza di un’atmosfera stregata, di storie sussurrate e di fantasmi intravisti.

Appassionati di misteri, ghiotti e dotti di zucca, temerari dell’horror pronti a sfidare incubi e passaggi segreti nei meandri di fortezze, rocche e manieri si perderanno negli angoli più nascosti dei 24 castelli del territorio, gusteranno cene, saranno guidati in visite notturne e in lunghe ghost hunting nights. I più temerari potranno poi trascorrere l’intera notte tra antiche mura pernottando nei 14 alloggi del Circuito. Fino al 1° novembre.

Notti insonni notti da incubo saranno quelle vissute al Ravenna Nightmare Film Festival. L’appuntamento più importante in Italia per il cinema horror e fantastico invade la città con il Concorso Internazionale per Lungometraggi, cuore dell’evento, che presenta agli appassionati del genere quanto di meglio è emerso recentemente nella produzione cinematografica mondiale.

La competizione è affiancata dal Concorso Internazionale per Cortometraggi e da una serie di anteprime e rassegne, comprese le Nightmare Lectures, ovvero appuntamenti e conferenze con grandi autori. Fino al 1 novembre.

Ma oltre che su pellicola vie e piazze della città saranno invase anche da fantasmi in carne ed ossa. Fra gli eventi in programma nella ricorrenza di Ognissanti il 31 ottobre, le visite guidate Ghost to Ghost e Passeggiata con Delitto vi regaleranno la giusta dose di suspense, mentre laboratori e percorsi guidati all’Antico Porto di Classe e alle Artificerie Almagià così come le siflate in costume faranno divertire non solo i più piccoli.

La serata è coronata dal Concerto per la Commemorazione dei Defunti nella Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Le sorprese continuano anche domenica 1 novembre.

Non molto lontano, Alfonsine ci insegna come la ricorrenza sia in realtà di derivazione europea, relativa ad un antico capodanno agrario di origine preceltica che scandiva l’arrivo dell’autunno prima e dell’inverno dopo, basato sui riti di accoglienza verso i defunti ritenuti in grado di propiziare il raccolto per l’anno successivo e il benessere della famiglia. Sarà quindi aria di festa e abbondanti banchetti, danze, spettacoli e divertimenti a non finire. 31 ottobre.

Il brivido corre anche lungo le strade, le vie e le piazze di Cervia, sempre nel ravennate. La notte di Halloween qui sarà invasa da labirinti di paura, mercatini, giostre, spettacoli fra cui l’”Horror Show” – sintesi di danza, ginnastica e teatro -, musiche dal mondo soul, bossa, reggae e dall’appassionante Halloween Contest. 31 ottobre.

A Riolo Terme, nell’entroterra ravennate, il 31 ottobre l’appuntamento è con Samhain il capodanno celtico. Anche qui viene reso omaggio all’antica festa di fine raccolto, quando le popolazioni di un tempo celebravano il riposo della terra e l’ingresso dell’anno nella stagione buia, in attesa di una nuova rinascita auspicata con l’arrivo della primavera.

Alcuni di questi riti sono radicati ancora oggi nella cultura contadina di queste parti. Riolo Terme non manca di celebrare tutto questo anche attraverso la rievocazione storica dell’epoca celtica, con le sfilate del male e del bene, tra fuochi e cascate luminose, fino al rogo finale, rito collettivo di auspicio per un anno migliore.

Anche quest’anno parteciperanno i romani con una battaglia campale tra legioni romane e tribù celtiche, e con i giochi dei gladiatorii. La festa continua domenica 1 novembre con l’apertura della Rocca Trecentesca a una visita guidata in compagnia di Caterina Sforza, la signora più discussa delle Romagne.

Magiche presenze e cortei di zombie spaventosi riempiranno le vie mentre streghe e fattucchiere sorvoleranno il cielo di Comacchio, nel ferrarese.

Sgarabusen, il folletto dispettoso, disturberà grandi e piccini durante tutta la festa. Il tema della serata ruota intorno alle gesta di Dante, la cui opera viene qui rivisitata in chiave horror.

Gli amanti delle notti turbolente sono attesi alla Tugurio House, alla Zombie Walking, al Tempio Maledetto, alla Mostra di Mostri e trasportati lungo i canali con Caronte. E poi caldarroste e sangue di Dracula, spettacolo di fuoco, premi e musiche. 31 ottobre.

In Romagna, durante la Notte di Ognissanti, prima di andare a letto, era usanza lasciare la tavola apparecchiata. Acqua, vino, pane e olio rimanevano a disposizione delle anime dei defunti che avrebbero potuto tornare per una visita.

Ecco dunque che oggi la tradizione si rinnova a Castrocaro Terme, nell’entroterra forlivese, ma rivisitata in chiave medievale. Anche la location è da brivido, si tratta del Castello sulla rupe, che di misteri, fra le antiche mura, ne conserva davvero tanti.

Incontreranno i visitatori le anime delle presenze che anticamente frequentarono il castello? E’ quello che scopriranno il 31 ottobre a notte fonda, alla luce tremula di centinaia di fiaccole. All’Enoteca del Castello, trasformata per l’occasione in “Taverna dei Misteri”, sono poi proposte, per ristoro dopo tanta paura, le tradizionali pietanze della Romagna toscana.

Nel cuore di Rimini, durante la magica notte, il Museo della Città diventa il rifugio di eventi stregati specialmente dedicati ai mostri in tenera età.

Location d’eccezione sono poi i parchi della Riviera. Qui il divertimento è assicurato da occasioni da urlo: cena-spettacolo, tunnel del terrore e Horror Zones a Mirabilandia, spettacoli e sfilate a Fiabilandia, sorprese e incontri speciali a Italia in Miniatura, scuola di spavento all’Acquario di Cattolica e a Oltremare, laboratori creativi alla Casa delle Farfalle.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome