Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Sono aperte le domande di iscrizioni per il master di I° livello di cultura e gestione del paesaggio, presso la Biblioteca Emilio Sereni, nato dalla pluriennale esperienza della Summer School Emilio Sereni dedicata agli studi sul paesaggio agrario. Le domande di ammissione devono pervenire entro il 28 febbraio 2018.

Nel corso degli anni sono stati affrontati temi e aspetti diversi della cultura del paesaggio, nelle complesse relazioni tra territori, società e spazio rurale. Le varie edizioni della Summer School hanno creato percorsi di confronto e d’integrazione interdisciplinare, utilizzati come base metodologica ed organizzativa per la strutturazione del Master, che intende presentarsi con uno specifico obiettivo formativo generale, ampio e approfondito, direttamente connesso a quello professionalizzante.

Il nostro Paese offre un patrimonio di paesaggi formati dall’incontro di uomo e natura nel corso dei secoli, legati all’agricoltura e ai fabbisogni alimentari, rappresentativi di chi li ha calpestati e vissuti lasciandovi l’impronta: “il farsi di genti vive, con le loro attività produttive, con le loro forme di vita associata, con le loro lotte” (Emilio Sereni).

Il Master mira ad attivare un patrimonio di conoscenze e di competenze specifiche che va ad inserirsi, concettualmente e metodologicamente, in figure professionali diverse, offrendo la possibilità di arricchire e migliorare professionalmente il proprio profilo. Il Master non offre solo un arricchimento culturale, ma garantisce un valore altamente professionalizzante che consente ai diversi soggetti che operano nel settore del paesaggio di aggiornare le proprie competenze di gestione e di intervento sul territorio. Il termine paesaggio è polisemico e molte sono le discipline che se ne occupano: in svariate attività professionali costituisce un campo importante di intervento (turismo, pianificazione territoriale e urbanistica, architettura, tutela ambientale, ecologia, agricoltura, integrazione sociale, psicoterapia, ecc.).

Obiettivo del Master è la formazione della figura del paesaggista informato: un soggetto professionale attivo, non solo nella progettazione, ma anche nella formazione di una coscienza paesaggistica auspicata dalla Convenzione Europea del paesaggio, che sia in grado d’integrare la sua formazione con la componente culturale che corrisponde alla polisemia del termine.

Una figura professionale che opera nei campi della pubblica amministrazione, della scuola e della ricerca, della pianificazione, della tutela, gestione e valorizzazione delle risorse territoriali, dei prodotti tipici e delle tradizioni locali, dello sviluppo rurale e del rilancio delle aree interne, delle attività imprenditoriali in ambito rurale, della promozione dei beni culturali.

Questa figura potrà trovare spazio in campo pubblico e privato; all’interno di studi professionali, enti amministrativi territoriali, nonché in attività qualificate nel settore della valorizzazione e promozione del patrimonio territoriale, dell’autoimprenditorialità e delle startup del settore.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *