Iseo, Brescia. I mercanti che coloreranno le piazze, le vie e il lungo lago di Iseo nelle giornate del 7, 8 e 9 aprile, non arriveranno alla testa di carovane di cammelli o muli, come nei tempi antichi, ma porteranno i profumi, i sapori e le tradizioni da paesi vicini e lontani.

E’ il variopinto mercato che nasce dai Mercati Europei di Fiva Confcommercio nel 2001, sulla scia delle positive esperienze maturate in altri Paesi comunitari. Portano con se un valore aggiunto che le consuete iniziative di piazza non riescono ad assicurare, la capacità di “fare sistema” arrivando sulle maggiori piazze nazionali, che per un intero week-end diventano internazionali.

Il prossimo week end la cittadina lacustre diverrà un mercato internazionale di colorate bancarelle di prodotti tipici e caratteristici delle nazioni di provenienza, disposti in modo da creare “aree nazionali”. È grazie a questa varietà che il Mercato Europeo si realizza in un caleidoscopio di forme, profumi, sapori che ricordano le atmosfere europee, nella loro diversità ma anche nella loro somiglianza.

Non è esagerato affermare che i Mercati Europei contribuiscono fattivamente anche al processo di integrazione europea. E non solo visto che in piazza arriveranno i prodotti dal lontano Tibet o dolci dagli USA, tanto per citarne alcuni. Un’occasione e una vetrina per le città che ospitano la manifestazione, le bancarelle rivitalizzano il centro storico, lo restituiscono alla sua funzione originaria e particolare: far incontrare la gente.

Costituiscono un circuito di altissimo livello qualitativo, grazie anche alla preventiva selezione degli operatori, restaurano l’immagine del commercio su aree pubbliche, esaltano un campo in cui l’Italia vanta una tradizione ineguagliata a livello continentale, sia in termini qualitativo-professionali che legislativi. È facile immaginare le dimensioni dell’indotto cittadino, non solo nel campo commerciale ma anche turistico, di cui Iseo è da sempre vocazione.

Tutto è pronto per accogliere il mercato venerdì 7 aprile dalle 18 alle 24, sabato 8 e domenica 9 dalle 9 alle 24. Inaugurazione sabato 8 aprile alle 11.30 nella centrale piazza Garibaldi. Anche quest’anno l’area street food sarà allestita nello spazio dell’ex Craal. In Viale Repubblica, sul lungolago e nelle piazze centrali, invece, gli stand con i prodotti tipici dei vari Paesi. Tra le varie iniziative: un fiorista olandese trasformerà Piazza Statuto in un grande giardino. Novità di quest’anno il banco di porcellane e marmellate inglesi.